#coronavirus: cura dei capelli senza il parrucchiere

13 maggio 2020
Aggiornamenti e focus

#coronavirus: cura dei capelli senza il parrucchiere


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

È una figura che certo è mancata a tutti, in particolare al mondo femminile: il parrucchiere di fiducia. In attesa della prossima riapertura dei saloni dopo il lock -down, gli esperti di AIDECO (Associazione Italiana Dermatologia e Cosmetologia), forniscono utili consigli per evitare i guai del fai-da-te. È infatti importante avere cura dei propri capelli, per fare in modo che rimangano sani e "in forma".

Una necessità molto comune è quella del "ritocco" della tinta per mascherare la ricrescita dei capelli bianchi. O più in generale l'abitudine a vedersi con un colore di capelli diverso da quello naturale. Se non si è abituati alle tinture casalinghe, bisogna seguire attentamente le istruzioni d'uso riportate nelle confezioni del prodotto, Meglio non testare un colore totalmente diverso da quello abituale, perché si rischia di ritrovarsi con la capigliatura di colore verde o rosa....

Un altro pericolo, avvertono gli esperti AIDECO, è la lisciatura dei capelli. Ad esempio usare un prodotto a base di cheratina non è un'operazione semplice da fare in casa. Sono necessari diversi passaggi, compreso l'uso di una piastra lisciante. I prodotti per la lisciatura vanno poi evitati in soggetti sensibilizzati e predisposti alle allergie. Gli specialisti consigliano di pazientare e rivolgersi al proprio parrucchiere quando sarà possibile.

Un'altra operazione difficile da eseguire da soli è il taglio. Al massimo si può accorciare la frangia con il sistema di attorcigliarla bagnata nella sua lunghezza sulla fronte e fare poi un taglio netto con forbici affilate. Attenzione però: la lunghezza della frangia asciutta sarà inferiore che quando è bagnata. In questo periodo è meglio acconciare i capelli con fermagli ed elastici morbidi: si possono seguire tutorial on line per inventare nuovi look.

In questo periodo si può tendere a toccare di più i capelli e quindi a sporcarli. Per lavarli più di frequente gli esperti AIDECO consigliano di usare prodotti di qualità e possibilmente specifici per la tipologia dei propri capelli e cuoio capelluto. Vanno inoltre usati spazzole e pettini adatti. Applicare sulla capigliatura maschere e balsami che creano una "pellicola" protettiva per facilitare il passaggio della spazzola. Si eviterà così di averli sfibrati.

Dopo il lavaggio i capelli vanno asciugati il più possibile in modo naturale. Dopo averli tamponati con un asciugamano, si usa il phon solo per qualche minuto, senza usare un calore eccessivo. L'asciugatura va terminata all'aria o con un diffusore a bassa temperatura e ventilazione. Altrimenti è utile applicare un prodotto che protegga i capelli dal calore e doni lucentezza, il cosiddetto "termoprotettore".

Pochi e semplici accorgimenti per "sopravvivere" all'assenza del parrucchiere e comunque mantenere i capelli e il cuoio capelluto in salute e bellezza, fino a quando potremo finalmente riaffidarci alle mani di un esperto.


Alessandra Margreth


Tags:

In evidenza:

Speciale Coronavirus:

...e inoltre su Dica33: