Amenorrea da stress?

06 dicembre 2021

Amenorrea da stress?




29 novembre 2021

Amenorrea da stress?

Salve, ho 44 anni, in buona salute, ma sotto forte stress da molto tempo. Da febbraio 2021 sono in amenorrea. Non ho sintomi riconducibili alla menopausa (no scalmane, no aumento di peso importante, no secchezza vaginale o calo della libido). Gli ultimi esami del sangue effettuati a inizio novembre: FSH 82, 97 LH 55, 59 Estradiolo 136, 10 S-Testosterone 0, 43 Prolattina 11, 8 Cortisolo 12, 5 Tireotropina (TSH) 1, 415 E questi sono i valori con asterisco (fuori dai range di laboratorio): Colesterolo 199 (125-190), a maggio 2020 era 154 Vitamina D 27, a luglio 2020 era 17 Paratormone 70, a luglio era 103 Gli altri esami del sangue (emocromo, proteine, calcio, ferro, transferrina, ferritina, magnesio, fosfato, folati, Vit. B12, omocisteina) sono perfetti. Pap test regolari ed eco transvaginale che riscontra una riduzione del volume di utero, ovaie ed endometrio. Al posto della classica pillola per ripristinare il ciclo, sarebbe possibile e utile tentare un approccio più naturale (oltre a cercare di limitare lo stress) su più fronti, quindi integratori (Inositolo, Zinco, Coenzima Q10, Omega 3, ecc. ), agopuntura, ecc. sia per ripristinare il mio ciclo che per migliorare la mia fertilità residua? Non vorrei ancora rinunciare alla possibilità di diventare madre. Grazie.

Risposta del 06 dicembre 2021

Risposta a cura di:
Dott.ssa DANIELA PELOTTI


Nelle donne celiache non diagnosticate o con gluten sensitivity sono frequenti episodi di alterazione del ciclo mestruale senza apparente motivo, non è certo lo stress ad averle causato l’amenorrea! Il colesterolo alto indica che la sua tiroide sta funzionando poco, vi è connessione tra glutine, ipofunzione tiroidea, osteoporosi.
Nel caso della celiachia, è frequente la comparsa di anticorpi contro l’ovaio, che causano una distruzione anticipata della riserva ovarica. Ad essa conseguono irregolarità del ciclo, squilibri ormonali e, spesso, menopausa, anche precocissima.
Se non viene riconosciuta e trattata precocemente con la dieta rigorosa senza glutine, l’alterazione del sistema immunitario comincia a “erodere” l’ovaio, dove la massa dei follicoli e degli ovociti fecondabili viene attaccata e distrutta, subendo un drastico calo. «Ma se il processo infiammatorio innescato dall’aggressione degli autoanticorpi contro l’ovaio è all’inizio, qualche chance di gravidanza c’è ancora», corregga la sua alimentazione ed i valori alterati dell’FSH e LH torneranno nella norma e ricomparirà il ciclo mestruale spontaneamente, faccia una ricerca sulla connessione glutine e menopausa precoce.

Dott. Ssa Daniela Pelotti
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Molinella (BO )


Ultime risposte di Salute femminile

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:


...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Menopausa, densità minerale ossea diminuisce meno del previsto
Salute femminile
24 novembre 2021
Notizie e aggiornamenti
Menopausa, densità minerale ossea diminuisce meno del previsto
Baby blues e depressione post-partum
Salute femminile
19 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Baby blues e depressione post-partum
FarmacistaPiù: Progetto Mimosa in aiuto alle donne vittime di violenza
Salute femminile
16 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
FarmacistaPiù: Progetto Mimosa in aiuto alle donne vittime di violenza
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa