Ciste ovarica e versamento al polmone

09 ottobre 2013

Ciste ovarica e versamento al polmone


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


04 ottobre 2013

Ciste ovarica e versamento al polmone

Salve, vi spiego brevemente (per quanto sia possibile) la storia di mia madre sperando possiate aiutarci a capire cosa fare.
Mia madre ha 60 anni, all'età di 31 anni ha avuto "linfoma di hodgkin" e "carcinoma della tiroide", ai quali è sopravvissuta dopo vari interventi, asportazione tiroide e milza, chemioterapia e radioterapia al torace.
Dopo di che, per molti anni, non ha fortunatamente avuto rilevanti problemi di salute.
A FEBBRAIO 2012 è stata ricoverata per un edema polmonare causato da una polmonite virale.
Non è stato fatto alcun accertamento sul virus che l'aveva colpita.
E' stata curata con antibiotici e cortisone, ha reagito subito bene ed è stata dimessa dopo circa 15 giorni.
Dagli esami fatti in ospedale emergeva un valore Ca 125 molto alto, circa 900, ed era stata individuata una ciste ovarica da rivalutare dopo dimessa.
Le è stata fatta pet e varie eco e raggi e ritenuta una semplice ciste (di circa 3 cm) rimasta invariata.
AD APRILE 2012 è stata nuovamente ricoverata per attacchi di "angina", le è stato messo uno stent e nuovamente dimessa.
Diagnosticata malattia delle coronarie attribuita alla vecchia radio al torace.
Nello stesso periodo a mio padre è stato diagnosticato tumore al pankreas e ovviamente i problemi di mia madre sono divenuti praticamente invisibili e abbiamo seguito lui fino alla fine.
E' deceduto a SETTEMBRE 2012 e a NOVEMBRE 2012 mia madre è stata operata d'urgenza al cuore per ostruzione della coronaria principale.
Le sono stati messi 2 by pass e sostituita valvola mitralica.
L'intervento è stato inevitabile, ma la situazione polmonare non l'avrebbe ancora permesso.
Il recupero è stato lungo e difficoltoso e ancora c'è molta strada da fare.
Assume vari medicinali per il cuore (no cummadin) ma c'è ancora scompenso cardiaco.
Il versamento polmonare va e viene da quasi due anni, la ciste ovarica è rimasta invariata (3 cm) e i valori Ca 125 diminuiti ma sempre alti (circa 400).
E' seguita da cardiologo, pneumologo e ginecologo oncolog

Risposta del 09 ottobre 2013

Risposta a cura di:
Dott. SANDRO CAMMELLI


credo che il team di specialisti che ha in cura suo madre metta già in atto tutte le competenze possibili. . . .

Dott. sandro cammelli
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Piantedo (SO)

Ultime risposte di Salute femminile

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa