Depressione maggiore resistente ai farmaci

20 giugno 2022

Depressione maggiore resistente ai farmaci


Tags:


08 giugno 2022

Depressione maggiore resistente ai farmaci

Buongiorno, sono una studentessa di 23 anni e soffro di ansia con episodi depressivi. In questo ultimo periodo sono in un periodo di crisi e sono seguita da una specialista ormai da 4 anni; non riesco più a studiare, a concentrarmi e l’ultimo esame che devo dare sta diventando un’agonia, ogni giorno mi sveglio sempre più tardi e non riesco a fare niente se non fissare il libro e non riuscire a capire niente di ciò che è scritto. Inoltre da essere una ragazza socievole ed estroversa da qualche anno mi sono chiusa in me stessa e ho la percezione di aver perso la facoltà di comunicare con gli altri, mi sento sempre inferiore dal punto di vista intellettuale e penso sempre che qualsiasi approccio nei miei confronti sia dato dal mio aspetto fisico poiché non ho una personalità e sono una persona vuota, noiosa e poco interessante. Non ricordo più niente del mio passato e la mia memoria vacilla sempre di più, inoltre ho un mal di testa costante, ho sempre sonno per non parlare della nausea che mi accompagna ogni giorno dal primo attacco di panico. La mia psichiatra mi ha prescritto dei farmaci che prendo da due/tre mesi ormai ma non sento alcun miglioramento e la cosa mi spaventa molto, non sono felice da molto tempo, mi sembra quasi che qualsiasi segno di miglioramento sia effimero è destinato a non durare nel tempo. Da quanto stavo male in questo periodo ho supposto di avere qualche deficit cognitivo o una malattia neurologica poiché qualsiasi cosa dicessi o facessi sembrava non avere apparentemente senso, tutt’ora ne sono convinta ma ogni volta che manifestavo questa mia idea venivo derisa da tutti quindi ho iniziato a non farne più parola con nessuno. La mia terapia al momento è: un cymbalta la mattina e uno la sera, un wellbutrin la mattina e lamictal appena sveglia. Ho bisogno di un vostro consiglio e soprattutto di rassicurazioni in merito alla mio disturbo.

Risposta del 20 giugno 2022

Risposta a cura di:
Dott. EDOARDO GENTILE


Buongiorno, avendo lei una forma importante di depressione piuttosto resistente ai farmaci, è normale che abbi anche la sensazione di avere dei deficit neurologici che, però, è molto improbabile che lei abbia realmente vista la sua giovane età. Comunque, le consiglio di seguire ciò che le consiglia la collega psichiatra e di non preoccuparsi di avere patologie neurologiche associate.

Dott. Edoardo Gentile
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurologia
Ciriè (TO)


Ultime risposte di Mente e cervello

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio



...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Adolescenti: i social sono pericolosi?
Mente e cervello
03 giugno 2024
Notizie e aggiornamenti
Adolescenti: i social sono pericolosi?
Sindrome X fragile: chi vive una diagnosi deve sfidarla
Mente e cervello
30 maggio 2024
Notizie e aggiornamenti
Sindrome X fragile: chi vive una diagnosi deve sfidarla
Reading party mania: spegni il cellulare e leggi un libro in compagnia
Mente e cervello
22 maggio 2024
Notizie e aggiornamenti
Reading party mania: spegni il cellulare e leggi un libro in compagnia
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa