Embolia polmonare-farmaco xarelto

23 giugno 2015

Embolia polmonare-farmaco xarelto




18 giugno 2015

Embolia polmonare-farmaco xarelto

Egregio Dr.
Vi scrivo per chiedere una rassicurazione sulla scelta di un farmaco prescritto a mia nipote di 21 anni dopo una Embolia polmonare massiva bilaterale avvenuta a distanza di 8 giorni da un tamponamento subito, di cui si sospetta esserne la concausa. Dopo un ricovero di 7 giorni in terapia intensiva e 6 giorni in cardiologia ed eseguiti i test genetici e risultanti alterati i seguenti:
- Anticorpi Anticardiolipina;
-P-Lac screen dRVVT;
P-LAC screen dopo mix;
P-dRVVT confirm;
P-SCT Silica Clotting Time
è stata dimessa con terapia: Xarelto mg 20 giornalieri sicuramente per 12 mesi, da valutare se a vita. Il dubbio che mi toglie il sonno è che in caso di emergenza con rottura dei vasi, supposizione sollevatomi da un medico primario di altra specializzazione, questo farmaco a differenza del Coumadin non abbia un antidoto. In attesa di essere seguita dal Primario di centro specializzato, prima e unica data disponibile: agosto, chiedo cortesemente un vostro parere. Vi ringrazio per gli eventuali pareri e chiarimenti.
Distinti saluti.

Risposta del 23 giugno 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Credo che per sua nipote il coumadin sia più pericoloso, perché non è facile trovare il dosaggio ottimale. continuerei con l'altro anticoagulante.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube