Ictus ischemico

06 settembre 2004

Ictus ischemico




01 settembre 2004

Ictus ischemico

Una mia amica è sta colpita a novembre 2003 da ictus ischemico, ha 22 anni, le è stato diagnostico quando dopo 2 giorni in ospedale le è venuto un secondo ictus. Ora sta continuando a prendere il coumadin, continua ad avere la gamba destra non perfettamente funzionante, non può stare troppo tempo seduta e neanche in piedi. Quali sono le percentuali di miglioramento e avrà complicanze nel corso della sua vita, tra 10-20 anni. E in caso di gravidanza?Grazie molte di cuore Giuseppe

Risposta del 06 settembre 2004

Risposta a cura di:
Dott. ROCCO TOTARO


dato che sono passati circa due anni dall'evento è difficile che il deficit regredisca del tutto, ma è difficile fare una prognosi corretta senza una visita. per le complicazioni occorre sapere la causa che ha determinato l'ictus per poter dire se potrà riavere un altro episodio.

Dott. Rocco Totaro
Medico Ospedaliero
L'AQUILA (AQ)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube