Insufficienza mitralica

25 novembre 2020

Insufficienza mitralica


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


09 novembre 2020

Insufficienza mitralica

Buongiorno, al mio ultimo ecodoppler: -Mitrale: lembi valvolari ispessiti, non stenotici, arching del lembo anteriore. -Aorta: cuspidi valvolari ispessite, non stenotiche, morfologia tricuspide, dimensioni del bulbo ai limiti alti della norma(37mm), tratto ascendente nei limiti nei tratti esplorabili. -Atrio sinistro: lievemente dilatato (area 19, 4cmq), esiti di chiusura chirurgica di DIA in assenza di evidenti shunt al color doppler. -Ventricolo sinistro: di normali dimensioni interne (LVIDd 46mm), spessori parietali ai limiti alti della norma(SIVd 11mm), discinesia del Siv secondaria a pericardiotomia (Fe 55%) -Sezioni destre: atrio lievemente dilatato (area 18, 5 cmq), ventricolo di normali dimensioni. -Pericardio: assenza di versamento pericardico -ColorDoppler: insufficienza mitralica di grado lieve-medio (da doppio jet), pattern transmitralico pseudonormale, insufficienza aortica e tricuspidale di grado lieve (Paps 30mmHg) Come si evince, sono stato operato di DIA all'età di 10 anni, controlli regolari, nel 2008 ho subito un'ablazione per fibrillazione atriale e flutter. Da allora assumo sotalolo 80, 1cp al mattino. Gentilmente volevo chiarimenti sull'esito di questo eco. A differenza di tutti gli altri controlli precedenti, l'insufficienza mitralica è passata da lieve a lieve-media, in più la lieve insufficienza aortica e tricuspidale che prima non avevo. Purtroppo ho fatto l'esame in ospedale ed il medico mi ha "liquidato" con due parole, dicendomi di continuare con la terapia e non preoccuparmi. Sono un tipo apprensivo e ansioso e l'esito di questo esame invece, mi preoccupa parecchio. Potete darmi Voi dei chiarimenti in merito, maggiori informazioni? Vi ringrazio anticipatamente. Riccardo

Risposta del 25 novembre 2020

Risposta a cura di:
Dott. VALENTINO BORGHETTI


Egr. Sig. Riccardo
l'ecocardiogramma è stato refertato in maniera molto attenta, lo si evince da alcuni dettagli tecnici descrittivi. Quella che va descrivendo è l'evoluzione tipica della valvulopatia mitralica degenerativa mixomatosa. Il difetto interatriale e il fibrillo-flutter atriale sono spesso associati. Nessuno può dirle se la malattia evolverà, ma non sottovaluti la variabilità osservatore-dipendente. Due ecocardiografisti diversi possono dare delle lievi sfumature descrittive in merito all'entità del rigurgito valvolare. Inoltre, dipende anche dall'ecografo utilizzato perché non hanno tutti la stessa sensibilità diagnostica. Mi sento in linea con il suo cardiologo, dicendole di stare tranquillo e di scegliere, possibilmente, sempre lo stesso osservatore. Cordialmente.

VALENTINO BORGHETTI
Medico Ospedaliero
Cardiochirurgia
Specialista in Cardiochirurgia

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa