Ischemia

09 settembre 2005

Ischemia


Tags:


04 settembre 2005

Ischemia

buonasera. Mia madre, che oggi ha 55 anni, circa 5 anni fa, ha avuto una ischemia cerebrale, causata probabilmente da un farmaco che le ha abbassato la pressione in maniera eccessiva. L'ischemia nella zona del cervelletto, che aveva dato come "sintomo" oltre a vertigini e vomito, un momentaneo strabismo da un occhio, le ha lasciato un fastidiosissimo dolore proprio all'occhio colpito. Oltre ad essere diventato visibilmente più piccolo e chiuso (ma sarebbe il minimo!) la sensazione che ogni giorno e momento ha diviene alle volte insopportabile. Mi sapete dire se è possibile in qualche maniera curare questi sintomi? Il neurologo presso la quale si è rivolta le ha prescritto una sorta di antidepressivo, Neurontin, che le dà un po'di carica. . . Ma il dolore persisite. Grazie.
C. mungai, Pistoia

Risposta del 09 settembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. MARCO TRUCCO


Gent. mo Lettore,
il Neurontin non è un antidepressivo ma un antiepilettico, e viene utilizzato nel dolore "neuropatico", cioè nel dolore che deriva da disfunzioni del sistema nervoso (neuropatie, nevralgie ecc. ). Il Collega avrà probabilmente diagnosticato un dolore a tipo nevralgico. In linea di massima la prescrizione sarebbe corretta, ma va precisato il dosaggio del farmaco (potrebbe essere stato prescritto od assunto a dosaggio insufficiente). In caso, non si può escludere la possibilità di un cambio di terapia (es. con Tolep). Richiami il Collega e faccia sottoporre Sua madre ad una visita di controllo.

Dott. Marco Trucco
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Neurofisiopatologia
Specialista in Neurologia
PIETRA LIGURE (SV)



Ultime risposte di Mente e cervello



...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa