Pirenossina - cataratta

16 agosto 2020

Pirenossina - cataratta




10 luglio 2020

Pirenossina - cataratta

Buongiorno, mio padre (77 anni) è affetto da cataratta. L'operazione è stata rimandata (causa Covid19) non si sa a quando e nel frattempo la situazione è notevolmente peggiorata tanto che non vede quasi più niente. Abbiamo sentito che la pirenossina può essere impiegata per prevenire o curare la cataratta. L'impiego di questo collirio può essere efficace? Qual è la dose massima che si può usare? E soprattutto può avere delle conseguenze sul cristallino in vista dell'operazione? Faccio presente che sta prendendo anche la alfuzosina (dose minima) per la prostata. Ringrazio e saluto. Sara

Risposta del 16 agosto 2020

Risposta a cura di:
Dott. VINCENZO PICCINATO


Gentile Signore, attualmente non esiste nessun farmaco che possa prevenire o curare la cataratta. L'instillazione del collirio indicato non ha dunque alcuna utilità. Importante è invece l'assunzione di farmaci alfabloccanti generali, come l'alfuzosina, che potrebbero creare qualche inconveniente durante l'intervento chirurgico: per questo motivo vanno segnalati durante la visita preliminare all'intervento ( potrebbero essere sospesi per un certo periodo prima dell'operazione ). Se Suo padre ha una compromissione visiva così importante, mi permetto di consigliare di insistere presso la struttura operativa per l'intervento in tempi brevi: nonostante il Covid19 il caso può essere affrontato facendo parte di una situazione di urgenza o almeno decisamente prioritaria. Cordiali saluti

Dott. Vincenzo Piccinato
Continuità Assistenziale
Specialista in Oftalmologia
Pordenone (PN)

Ultime risposte di Occhio e vista

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube