Pressione tempie e orecchie

28 novembre 2018

Pressione tempie e orecchie




13 novembre 2018

Pressione tempie e orecchie

Salve a tutti, vi scrivo perché non so più a chi rivolgermi per risolvere il mio problema. Tutto è iniziato ad agosto, quando dopo aver assunto la pillola anticoncezionale: al quarto giorno di assunzione di questa, ho iniziato ad accusare dolori forti alla testa, con pressione alle tempie e alle orecchie. Al quarto giorno quindi decisi di staccarla. Ma da allora i sintomi sono peggiorati. Non prendendo in considerazione che potesse essere questa la causa (anche perché mai ho sentito di questi effetti) ho iniziato un percorso finendo prima in ospedale con esami vari, sangue, tac (che non rileva nulla). Vado da un otorino che mi prescrive un farmaco per le vertigini che accuso e mi trova una disfunzione tubarica. Non trovandomi con quel farmaco, in quanto penso sia abbastanza forte e non avendo miglioramenti, vado da un altro otorino, che mi prescrive una radiografia al rachide cervicale, da questa risultano dei processi spinosi bifidi a carico di C4 e C5. Ma i sintomi peggiorano. Mi sento svenire, come se non arrivasse aria al cervello, ogni tanto le orecchie si tappano, ho fastidi alle orecchie, non sopporto i rumori. In più sento click provenienti probabilmente dalla mandibola. Vado anche dal dentista che mi fa un bite in quanto stringo i denti, sia di giorno che di notte. Ma non risolvo. Ad oggi sono passati 3 mesi, io continuo ad avere tutti i fastidi, mi sono rivolta adesso ad uno gnatologo per possibile ATM. Ad oggi ho dolori muscolari ovunque, mal di testa continuo, pressione alle orecchie e a volte difficoltà ad inghiottire. Sono disperata e vorrei capire cosa sta accadendo al mio corpo. Potete consigliarmi uno specialista? È possibile che sia la pillola anticoncezionale la causa di tutto questo? (mi riferisco soprattutto alla pressione alle tempie e alle orecchie) se così dovesse essere, a chi devo rivolgermi? Vi ringrazio per l'attenzione e spero di avere un vostro riscontro.

Risposta del 28 novembre 2018

Risposta a cura di:
Dott.ssa VALENTINA PAGLIARULO


Con i limiti che posso avere effettuando solo un consulto virtuale, ipotizzo che il farmaco abbia solo slatentizzato un problema accentuandolo. Credo che la strada intrapresa sia quella giusta, proverei con ginnastica correttiva come il pilates e verificherei la reale utilità del Bite che le han fatto, dovrebbe essere una “placca di svincolo”. Per info 360868720. Buona giornata

Dott. Ssa Valentina Pagliarulo
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Chirurgia maxillo facciale
Napoli (NA)

Ultime risposte di Orecchie naso e gola

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube