Procedura per crisi violente

13 febbraio 2005

Procedura per crisi violente




09 febbraio 2005

Procedura per crisi violente

Salve, sono un uomo di 34 anni sposato da due, da alcune settimane è venuto a vivere anche se temporaneamente con noi mio cognato (che ha 23 anni). Vengo subito al dunque. Questo ragazzo ha disturbi del comportamento. Ha crisi con urla durante il sonno e ora anche di giorno da sveglio abbandonando ogni forma di coscienza quando è sottostress urla calci e pugni alle porte. Dopo si accascia al suolo privo di forze. Abbiamo contattato il sim per un ricovero urgente ma ovviamente lui dice di stare bene come se avesse un'altra percezione della realtà. Cosa dobbiamo fare in questo caso e se avesse un'altra crisi furibonda devo chiamare il 118? Grazie

Risposta del 13 febbraio 2005

Risposta a cura di:
Dott.ssa GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Caspita, siete sicuri che non abbia crisi epilettiche? Ha fatto controlli elettroencefalografici, meglio magari quelli con privazione di sonno?
Se fosse Epilessia, sarebbe curabile e tornerebbe a una vita del tutto normale. Inoltre anche il suo umore instabile sarebbe giustificato.
Ci tenga informati, la prego. Un saluto.

Dott. Ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista in Neuropsichiatria infantile
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Specialista attività privata
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa