Ragadi

13 aprile 2008

Ragadi




10 aprile 2008

Ragadi

A seguito di dolori durante la defecazione, mi sono rivolta ad un colonproctologo il quale inizialmente mi ha prescritto una crema rettale "antrolin". La crema mi è servita tant'è che al primo controllo mi è stato detto che tutto procedeva bene, successivamente appena terminata la cura i sintomi si sono ripresentati e mi è stato proposto di agire chirurgicamente. Finora non mi sono ancora sottoposta per paura nonostante sia passato del tempo è andare in bagno per me è diventata una tortura. La paura è dovuta al fatto che su internet sono venuta a conoscenza che c'è la possibilità di rimanere incontinente ai gas o addirittura alle feci. E' vero? Lei che ne pensa?

Risposta del 13 aprile 2008

Risposta a cura di:
Dott. GIUSEPPE D'ORIANO


Gentile Utente
La percentuele di rischio è bassissima ed in particolar modo nei pazienti dove un'ecoendoanale ha descritto un apparato sfinteriale esterno normale. Chiaramente, affinchè non si manifesti Incontinenza, la sfinterotomia deve essere eseguita a carico dello sfintere interno e non in tutta la sua lunghezza.

Dott. Giuseppe D'Oriano
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
NAPOLI (NA)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa