Rischi della risonanza magnetica dopo operazione di cataratta

27 settembre 2004

Rischi della risonanza magnetica dopo operazione di cataratta




24 settembre 2004

Rischi della risonanza magnetica dopo operazione di cataratta

Gentilmente vorrei sapere:ho 54 anni, nel mese di dicembre 2003 sono stata operato di Cataratta, il nuovo cristallino e acrilico modello MA60BM power 19. 0 D UV Dovendo ora affrontare un esame di risonanza magnetica alla spalla, ci saranno delle complicazioni al nuovo cristallino o no ?
Ci possono essere delle probabilità che il cristallino si opacizzi? Attendo con Ansia la sua risposta, distinti saluti.

Risposta del 27 settembre 2004

Risposta a cura di:
Prof. RICCARDO FROSINI


Nei primissimi anni in cui si effettuavano impianti di cristallino artificiale a seguito di intervento di Cataratta, alcuni di queste lenti artificiali presentavono sistemi di aggancio a clip metallica. Queste lenti sono state del tutto abbandonate alla metà degli anni '80. Tutte le persone che hanno avuto un impianto dopo quella data possono essere tranquillizzate nei confronti di indagini tipo RMN, in particolare lo scrivente che ha ricevuto una protesi del tutto priva di elementi metallici. Quanto all'opacizzazione, il rischio è escluso trattandosi di una lente in materiale acrilico idrofobo: l'opacizzazione temuta ha riguardato in particolare lenti in materiale acrilico idrofilo.

Prof. Riccardo Frosini
Universitario
FIRENZE (FI)

Ultime risposte di Occhio e vista




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa