Seno, come prendersene cura

02 febbraio 2019

Focus

Seno, come prendersene cura



È asimmetrico? Troppo piccolo o troppo grande? Alzi la mano chi di voi non si è preoccupata almeno una volta del proprio seno che è una delle parti del corpo femminile legate a fascino e bellezza. Senza dimenticare che quando si diventa mamme è un dettaglio anatomico di fondamentale importanza.
Per mantenerlo sano ed elastico -dato che è sostenuto solo da legamenti interni- basta seguire alcune norme igienico- cosmetiche.

Le norme igienico-cosmetiche per il seno


Fra queste ci sono le applicazioni fredde (spugnature, docce gelate, coppette -reggiseno con liquido refrigerato, applicazioni di cubetti di ghiaccio in apposito contenitore) che svolgono un'efficace ginnastica micro vascolare, dando tono ai tessuti e combattendo il rilassamento cutaneo.
L'uso di cosmetici che migliori il turgore e l'elasticità della pelle permette di mantenere i tessuti connettivi sodi, ricordando che le applicazioni devono essere sempre delicate ed evitate nei giorni del ciclo mestruale. La ginnastica in realtà non agisce sul seno direttamente ma piuttosto su muscoli pettorali e su spalle, braccia, torace e schiena, che hanno il compito di farvi 'portare' al meglio le vostre mammelle.
Infine, è sempre meglio adottare un reggiseno purché non costrittivo in tessuto semielastico con forma anatomica.
Se invece notate delle vere e proprie imperfezioni - più o meno accentuate - sappiate che queste possono essere risolte con trattamenti estetici condotti da medici specializzati.
Vediamo le principali.

Seno asimmetrico, capezzolo ombelicato e peluria


In presenza di una asimmetria delle mammelle va ricordato innanzitutto che è un fenomeno naturale perché, nel corpo umano, gli organi pari assolutamente identici sono una rarità. L'asimmetria può interessare la posizione (un seno più alto e uno più basso), la dimensione o la forma del capezzolo. Se invece l'asimmetria costituzionale è particolarmente vistosa si può intervenire con la chirurgia estetica. Attenzione anche alle asimmetrie improvvise del seno che vanno subito segnalate al vostro medico.

Come dice il nome, il 'capezzolo ombelicato' quello che invece di spuntare dalla mammella ha una rientranza. Questa anomalia, dal momento che non compromette l'allattamento (che può essere effettuato con appositi apparecchi) e nemmeno la linea, spesso non richiede interventi. Nel caso invece si volesse rimediare a questo inestetismo può essere effettuato un rapido intervento chirurgico a cura di un medico specialista.

Se invece la vostra idea di bellezza del seno è contrastata dai pochi peli che appaiono intorno all'areola, sappiate che basta toglierli con una pinzetta per le sopracciglia ben disinfettata o rivolgersi al dermatologo per un intervento di diatermocoagulazione. Sul seno sono assolutamente vietate, invece, le creme depilatorie.


Seno ‘cadente’ e smagliature

Quando il seno vi sembra cadente e troppo rilassato è possibile intervenire con dermocosmetici appositi se i tessuti mostrano di poter essere tonificati grazie a docce fredde e prodotti idratanti-tonificanti. Creme, gel e fiale possono essere d'aiuto anche per prevenire il rilascio dei tessuti così come gli oli elasticizzanti che contrastano lo stiramento della pelle dovuto ad aumenti del volume del seno (ingrassamento, gravidanza, allattamento, cure ormonali).

L'altra soluzione è quella di ricorrere alla chirurgia estetica dove il medico specializzato può inserire, in un seno svuotato e sciupato, una protesi di materiale antirigetto con incisioni ridotte (effettuate nel solco sottomammario o in corrispondenza del capezzolo) facendo attenzione che non si formi una capsula fibrosa intorno alla protesi e rinunciando all'allattamento nel caso l'incisione venga fatta in prossimità del capezzolo.

Le smagliature al seno, invece, che vanno considerate alla stregua delle rughe, possono essere trattate con prodotti a base di collagene se sono all'inizio e ancora di colore roseo. Il medico estetico può anche intervenire con la dermoabrasione locale. Viceversa, se le smagliature sono bianche e allo stadio di micro cicatrici potete soltanto proseguire con il trattamento cosmetico per impedirne il peggioramento.

Luisella Acquati



Vedi anche:


Ultimi articoli
Menopausa: i segnali per riconoscerla
11 luglio 2019
Notizie e aggiornamenti
Menopausa: i segnali per riconoscerla
Vaginite
25 marzo 2019
Patologie mediche
Vaginite