Le controindicazioni del jogging

11 novembre 2019

News, Video

Le controindicazioni del jogging




Il jogging, o corsa amatoriale, è un ottimo sport che garantisce importanti benefici perché permette di tonificare contemporaneamente tutta la muscolatura. È pure un ottimo punto di partenza  - una volta allenati - per avvicinarsi ad altri sport. Ma è tuttavia una attività ad alto impatto muscolo-scheletrico. Per questo l'approccio deve essere graduale e lento, dedicando del tempo al passaggio dalla camminata al jogging. Si inizia con un tempo dedicato al walking, intervallato dalla corsa lenta - da 30 secondi a 1 minuto - e andando ad aumentare fino ad arrivare a 30 minuti continui di corsa.

Le controindicazioni del jogging


Il jogging richiede molte accortezze. Innanzitutto, prima di iniziare, è consigliato il check up del medico di base. Poi ci sono alcune categorie a rischio che dovrebbero privilegiare la camminata alla corsa. Innanzitutto chi soffre di cardiopatie, aritmie, problematiche di scompensi cardiaci. Questi soggetti dovrebbero limitarsi alla camminata, magari con un passo più sostenuto, ed il sovraccarico del battito cardiaco e dell'aumento della pressione arteriosa. Infatti è importante che questi soggetti eseguano l'elettrocardiogramma sotto sforzo.

Un'altra categoria a rischio è quella in sovrappeso o obesa. La ragione principale va ricercata nel fatto che durante il movimento la persona si "porta dietro" tutto il peso del suo corpo. E nella corsa l'impatto con il terreno è molto veloce: rischia di danneggiare fortemente anche le articolazioni. Non solo del ginocchio ma anche delle anche. E di provocare aritmie o scompensi cardiaci. Con l'aumento della temperatura corporea e della sudorazione, infatti, il cuore pompa più sangue per riequilibrare i valori ma va incontro ad uno sforzo davvero pesante e rischioso. Il consiglio è di perdere prima peso per arrivare a un indice di massa corporea sufficiente - anche se medio alta - per approcciare poi la corsa. Terza categoria, i soggetti che hanno problemi muscolo-scheletrici o articolari come artrosi, lombalgie, riduzione della cartilagine, osteoporosi: devono astenersi dalla corsa perché contribuisce all'aumento dell'usura e al sovraccarico delle articolazioni.


Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Storta alla caviglia: cosa fare
27 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Storta alla caviglia: cosa fare
Tutti i benefici del nuoto
18 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Tutti i benefici del nuoto
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube