Cardiazol Paracodina

20 febbraio 2020

Cardiazol Paracodina




Cardiazol Paracodina è un farmaco a base di diidrocodeina + pentetrazolo, appartenente al gruppo terapeutico Antitussivi oppioidi. E' commercializzato in Italia da Teofarma.


Confezioni e formulazioni di Cardiazol Paracodina (diidrocodeina + pentetrazolo) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Cardiazol Paracodina (diidrocodeina + pentetrazolo) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Cardiazol Paracodina (diidrocodeina + pentetrazolo) e perchè si usa


Sedativo della tosse.



Come usare Cardiazol Paracodina (diidrocodeina + pentetrazolo): posologia, dosi e modo d'uso


Dosi medie (salvo diversa prescrizione medica):

Adulti: 10-15-20 gocce 2-3 volte al giorno

Ragazzi: 1 goccia per ogni anno di età 2-3 volte al giorno

Bambini oltre i 2 anni: 2-5 gocce 2-3 volte al giorno

Cardiazol-Paracodina deve essere assunto preferibilmente dopo i pasti e non a stomaco vuoto; alle persone delicate ed ai bambini il preparato riesce più gradito se diluito in acqua zuccherata o in succhi di frutta.

Nel trattamento di pazienti anziani la posologia deve essere attentamente stabilita dal medico che dovrà valutare una eventuale riduzione dei dosaggi sopraindicati.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Cardiazol Paracodina (diidrocodeina + pentetrazolo)


Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Insufficienza epato-cellulare grave, insufficienza respiratoria, stipsi ostinata.

Epilessia, anche anamnestica, o disturbi di tipo convulsivo.

Bambini al di sotto dei 2 anni.

Allattamento.

Non somministrare durante o nelle due settimane successive a trattamento con inibitori delle monoaminossidasi, nè contemporaneamente ad altri farmaci appartenenti al gruppo degli analgesici-narcotici (vedere paragrafo 4.5).



Cardiazol Paracodina (diidrocodeina + pentetrazolo) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Cardiazol-Paracodina durante la gravidanza va usato solo in caso di effettiva necessità e sotto diretto controllo medico.

Poiché gli oppiacei superano la barriera placentare è possibile la comparsa di depressione respiratoria neonatale.

Allattamento

Cardiazol-Paracodina non deve essere somministrato durante l'allattamento (vedere paragrafo 4.3).



Quali sono gli effetti collaterali di Cardiazol Paracodina (diidrocodeina + pentetrazolo)


Alle dosi terapeutiche gli effetti indesiderati più comuni sono rappresentati da sedazione e/o sonnolenza, da disturbi gastrointestinali quali nausea, vomito e stipsi. Occasionalmente sono state descritte cefalea, vertigini, astenia, agitazione specie nelle persone anziane.

Nelle persone ipersensibili possono comparire più gravi segni di depressione nervosa e della funzione respiratoria e cardiocircolatoria.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.



Cardiazol Paracodina (diidrocodeina + pentetrazolo) è utilizzato per la cura delle seguenti patologie:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube