Levofloxacina Mylan Generics Italia

23 gennaio 2020

Levofloxacina Mylan Generics Italia




Levofloxacina Mylan Generics Italia è un farmaco a base di levofloxacina emiidrato, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici chinolonici. E' commercializzato in Italia da Mylan S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Levofloxacina Mylan Generics Italia (levofloxacina emiidrato) disponibili


Seleziona una delle seguenti confezioni di Levofloxacina Mylan Generics Italia (levofloxacina emiidrato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Levofloxacina Mylan Generics Italia (levofloxacina emiidrato) e perchè si usa


Negli adulti con infezioni di lieve o moderata gravità, Levofloxacina compresse è indicata nel trattamento delle infezioni riportate di seguito, quando queste sono dovute a microrganismi sensibili alla levofloxacina:

  • Sinusite batterica acuta (adeguatamente diagnosticata secondo le linee-guida nazionali e/o locali sul trattamento delle infezioni delle vie respiratorie respiratorie e quando l'impiego degli antibatterici comunemente raccomandati per il trattamento iniziale di questa infezione è ritenuto inappropriato, oppure quando questi ultimi non hanno curato l'infezione)
  • Riacutizzazioni batteriche acute della bronchite cronica riacutizzata (adeguatamente diagnosticata secondo le linee-guida nazionali e/o locali sul trattamento delle infezioni delle vie respiratorie respiratorie e quando l'impiego degli antibatterici comunemente raccomandati per il trattamento iniziale di questa infezione è ritenuto inappropriato, oppure quando questi ultimi non hanno curato l'infezione).
  • Polmoniti acquisite in comunità (quando l'impiego degli antibatterici comunemente raccomandati per il trattamento iniziale di questa infezione è ritenuto inappropriato, oppure quando questi ultimi non hanno curato l'infezione)
  • Infezioni non complicate delle vie urinarie
  • Infezioni complicate delle vie urinarie, incluse le pielonefriti.
  • Prostatite batterica cronica.
  • Infezioni della pelle e dei tessuti molli.
Prima di prescrivere la Levofloxacina , devono essere considerate le linee guida nazionali e/o locali sull'uso appropriato dei fluorochinolonici.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Levofloxacina Mylan Generics Italia (levofloxacina emiidrato)


La Levofloxacina non deve essere somministrata:

  • a pazienti ipersensibili alla levofloxacina o ad altri chinolonici o ad uno qualsiasi degli eccipienti,
  • a pazienti epilettici,
  • a pazienti con anamnesi di affezioni tendinee correlate alla somministrazione di fluorochinolonici,
  • a bambini o adolescenti nel periodo della crescita (minori di 18 anni),
  • durante la gravidanza,
  • alle donne che allattano al seno.



Levofloxacina Mylan Generics Italia (levofloxacina emiidrato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Gli studi di riproduzione sull'animale non hanno evidenziato specifici problemi. Tuttavia, in assenza di dati nell'uomo ed a causa di rischi sperimentali di danno da fluorochinolonici alle cartilagini che sostengono pesi dell'organismo in crescita, la Levofloxacina compresse non deve essere impiegata in gravidanza (vedere paragrafi 4.3 e 5.3).

Allattamento

In assenza di dati nell'uomo ed a causa di rischi sperimentali di danno da fluorochinolonici alle cartilagini che sostengono pesi dell'organismo in crescita, la Levofloxacina compresse non deve essere impiegata durante l'allattamento (vedere paragrafi 4.3 e 5.3)..



Quali sono gli effetti collaterali di Levofloxacina Mylan Generics Italia (levofloxacina emiidrato)


Le informazioni sono riconducibili a studi clinici effettuati su più di 5000 pazienti e ad una vasta esperienza di post-marketing.

Le reazioni avverse sono descritte per classi di organi secondo il sistema MedDRA.

Le frequenze sono state definite usando la seguente convenzione: molto comune (≥1/10), comune (≥1/100, <1/10), non comune (≥1/1000, <1/100), rara (≥1/10000, <1/1000), molto rara (<1/10000), non nota (no può essere stimata dai dati disponibili). All'interno dei diversi gruppi di frequenza gli effetti indesiderati vengono riportati in ordine decrescente di gravità.

Infezioni ed infestazioni

Non comuni: sviluppo di superinfezioni fungine e proliferazione di altri microrganismi

Resistenti

Patologie del sistema emolinfopoietico

Non comuni: eosinofilia, leucopenia.

Rare: neutropenia, trombocitopenia.

Molto rare: agranulocitosi.

Frequenza non nota: anemia emolitica e pancitopenia.

Disturbi del sistema immunitario

Molto rari: shock anafilattico (vedere paragrafo 4.4).

Reazioni anafilattiche ed anafilattoidi a volte possono comparire anche dopo la prima

somministrazione.

Frequenza non nota: ipersensibilità (vedere paragrafo 4.4).

Disturbi del metabolismo e della nutrizione

Non comuni: anoressia

Molto rari: ipoglicemia, particolarmente in pazienti diabetici (vedere paragrafo 4.4)

Disturbi psichiatrici

Non comuni: insonnia, nervosismo.

Rari: disturbi psicotici, depressione, stato confusionale, agitazione, ansia.

Molto rari: reazioni psicotiche con comportamenti autolesivi compresi ideazione o atti suicidi

(vedere paragrafo 4.4), allucinazioni.

Patologie del sistema nervoso

Non comuni: capogiri, cefalea, sonnolenza.

Rare: convulsioni, tremori, parestesia.

Molto rare: neuropatia periferica sensoriale o senso-motoria, disgeusia, inclusa l'ageusia,

parosmia, inclusa l'anosmia.

Patologie dell'occhio

Molto rare: disturbi visivi.

Patologie dell'orecchio e del labirinto

Non comune: vertigini.

Molto rare: alterazioni dell'udito.

Frequenza non nota: tinnito.

Patologie cardiache

Rare: tachicardia,

Non nota: aritmia ventricolare e torsioni di punta (riportate soprattutto in pazienti con

fattori di rischio per il prolungamento del QT), ECG con prolungamento dell'intervallo QT

(vedere paragrafi 4.4 e 4.9).

Patologie vascolari

Raro: ipotensione

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche

Rare: broncospasmo/dispnea

Molto rare: polmonite allergica

Patologie gastrointestinali

Comuni: nausea, diarrea

Non comuni: vomito, dolore addominale, dispepsia, flatulenza, stitichezza

Rare: diarrea emorragica che in casi molto rari può essere segnale di una enterocolite inclusa la colite pseudomembranosa

Patologie epatobiliari

Comuni: aumento degli enzimi epatici (ALT/AST, fosfatasi alcalina, GGT).

Non comuni: aumento della bilirubina nel sangue.

Molto rari: epatite.

Frequenza non nota: itterizia e grave danno epatico, inclusi casi di insufficienza epatica acuta,

sono stati riportati con levofloxacina, principalmente in pazienti con gravi malattie

concomitanti (vedere paragrafo 4.4)

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Non comuni: rash e prurito.

Rare: orticaria.

Molto rare: angioedema, fotosensibilizzazione.

Frequenza non nota: necrolisi epidermica tossica, sindrome di Stevens-Johnson, eritema

multiforme, iperidrosi.

Le reazioni muco-cutanee possono qualche volta manifestarsi anche dopo la prima

somministrazione.

Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo

Rare: disturbi tendinei (vedere paragrafo 4.4) incluse tendinite (ad es. tendine di Achille),

artralgia, mialgia.

Molto rare: rottura del tendine (vedere paragrafo 4.4) che può verificarsi entro 48 ore dall'inizio

del trattamento ed essere bilaterale, indebolimento muscolare che può risultare di particolare

rilevanza in soggetti affetti da miastenia grave.

Frequenza non nota: rabdomiolisi.

Patologie renali ed urinarie

Non comuni: aumento della creatinina ematica

Molto rare: insufficienza renale acuta (ad es. dovuta a nefrite interstiziale)

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione

Non comuni: astenia

Molto rare: piressia

Non nota: dolore (incluso dolore alla schiena, torace ed estremità)

Altri effetti indesiderati associati con la somministrazione di fluorochinolonici includono:

  • sintomi extrapiramidali ed altri disturbi della coordinazione muscolare,
  • vasculite da ipersensibilità,
  • attacchi di porfiria in pazienti con porfiria.



Levofloxacina Mylan Generics Italia (levofloxacina emiidrato) è utilizzato per la cura delle seguenti patologie:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube