Psoriasi: cause, terapie e cure naturali

29 ottobre 2018

News

Psoriasi: cause, terapie e cure naturali



Il 29 ottobre è la Giornata mondiale della psoriasi una malattia cronica invalidante, non contagiosa né infettiva, che colpisce in Italia quasi tre milioni di persone (125 milioni nel mondo). La psoriasi è una malattia della pelle che sviluppa, particolarmente in alcune zone del corpo (gomiti, ginocchia, mani, coccige, cuoio capelluto, piedi) placche rosse squamose e a tendenza eritematosa coinvolgendo le cellule di Langherans e i linfociti T.
La psoriasi è una patologia che può avere molte cause infiammatorie ed è dovuta a un invio di segnali difettosi del sistema immunitario alla pelle che accelerano il turn over cellulare dell'epidermide facendolo passare dai 28 giorni normali ai quattro dando e dando origine a un'area di eritema (rosso) a margini netti sovrapposta da squame di colore bianco madreperla di cellule morte.
La psoriasi può anche coinvolgere le articolazioni e in quel caso si parla di artrite psoriasica.


Quali sono le cause della psoriasi


La psoriasi ha innumerevoli cause che possono essere determinate da fattori genetici  famigliari e da fattori ambientali. Questi ultimi possono essere dovuti a cause psicologiche come lutti o incidenti, a ferite, traumi e lesioni fisiche, a infezioni con febbre o faringite streptococcica nei bambini oppure a uso di alcuni farmaci come fans, betabloccanti e litio.
Inoltre ci sono stili di vita che concorrono ad aumentare il rischio di comparsa della psoriasi come fumo, alcool, obesità, stress, alimentazione scorretta.

Terapie per la cura della psoriasi


La psoriasi è una malattia molto complessa da trattare e può apparire in tre forme: lieve, moderata o grave. Per questo le terapie, che hanno lo scopo di ridurre lo stato infiammatorio e l'iperproliferazione dei cheratinociti,  devono essere calibrate in funzione dello stato della patologia che è anche influenzato dalla frequenza degli episodi recidivi, dagli effetti delle terapie precedenti e dalle aspettative e dall'aderenza alle terapie da parte del paziente.
Per le forme più lievi di psoriasi vengono consigliate terapie topiche con emollienti cheratolitici, retinoidi, analoghi alla Vitamina D, cortisonici, ditranolo e inibitori tipici della calcineurina.
Per la psoriasi nella forma moderata si usa la fototerapia con raggi ultravioletti UVB a banda stretta o con raggi ultravioletti UVA in associazione con l'assunzione di proraleni (sensibilizzanti della pelle che la rendono più predisposta al trattamento) per via orale o topica. Questo trattamento si chiama PUVA.
Se la psoriasi è in forma grave le terapie sono sistemiche e prevedono l'impiego di ciclosporina, methotrexate, acitretina e farmaci biologici come il recente anticorpo monoclonale secukinumab che agisce sull'interleukina 17A, la citochina che scatena il processo infiammatorio della psoriasi.
Dato che questi trattamenti possono avere effetti collaterali, un consiglio degli esperti è quello di alternare periodi di trattamenti con i farmaci a periodi di trattamenti naturali come le cure termali e la balneoterapia.


A cura di:
Luisella Acquati

Commenti

Vedi anche:


Ultimi articoli
Psoriasi
03 ottobre 2019
Patologie mediche
Psoriasi
Melanoma
06 agosto 2019
Patologie mediche
Melanoma
I probiotici amici della pelle
02 luglio 2019
Notizie e aggiornamenti
I probiotici amici della pelle