Salute orale in gravidanza nel primo trimestre

04 febbraio 2019

News

Salute orale in gravidanza nel primo trimestre



La gravidanza è un momento determinante per la salute orale del nascituro; il bambino nasce privo di batteri in bocca e li acquisisce dal mondo esterno e dai contatti con le persone. In particolare dalla madre, essendo lei la persona che più sta vicino al neonato. È un processo inevitabile ma, se si potesse impedire una contaminazione molto consistente, il bambino ne trarrebbe grande giovamento.

Interventi odontoiatrici nel primo trimestre


Il primo trimestre di gravidanza, così come l'ultimo, è il periodo meno indicato per fare interventi odontoiatrici. Laddove esistano emergenze, solo la terapia medica parrebbe indicata, per rinviare al secondo trimestre le eventuali cure. È infatti questa l'epoca più idonea per effettuare delle cure sulla gestante.

L’importanza delle misure preventive


Ritornando al primo trimestre, sancito il fatto che le cure odontoiatriche sono controindicate, in quell'epoca la madre potrà però dedicarsi a misure preventive molto importanti per il prosieguo della gravidanza; un regime di sciacqui, magari durante l'igiene orale della sera, con clorexidina e con fluoro dovrebbe essere la base per una sistematica di supporto all'igiene della bocca. Questi sciacqui dovrebbero avere cadenza giornaliera e base settimanale, ovvero una settimana di clorexidina - potente disinfettante - seguita da tre settimane di sciacqui al fluoro consentirà di mantenere bassa la carica batterica che, nel corso della gravidanza, non prolifererà oltre un certo limite. Ripetendo queste procedure per tutto il periodo della gestazione, il cavo orale della madre avrà una carica batterica più bassa e la contaminazione per il neonato sarà ridotta.

A cura di:
Professor Massimo Gagliani
Professore Associato di Malattie Odontostomatologiche presso l'Università degli Studi di Milano



Vedi anche:


Potrebbe interessarti
L'esperto risponde