Sospetto artrite reumatoide

21 febbraio 2021

Sospetto artrite reumatoide


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


14 febbraio 2021

Sospetto artrite reumatoide

Buongiorno gentili dottori, scrivo perché da 3 mesi circa sto vivendo un incubo. Sono una donna di 44 anni, fumatrice, normopeso, pratico quotidianamente attività fisica, sempre in buono stato di salute, a fine settembre 2020 ho eseguito un leggero filler al labbro superiore, verso fine ottobre hanno cominciato a gonfiarsi alcune dita di entrambe le mani, con forte dolore anche ai polsi e difficoltà di movimento e bruciore polpastrelli, ho fatto le analisi del sangue, tutti i valori nella norma compresi ast e alt, complemento c3 e c4, pcr nella norma, glucosio, acido urico, creatinina, ves tutti nella norma, esame urine perfetto, pressione arteriosa nel range ottimale, i valori leggermente alterati sono leucociti 11(valori rif. 4. 0 - 10) granulociti neutrofili 7. 9(max 7), fattore reumatoide 28(riferimento fino a 15) RX mani e polsi negativi, (nulla da segnalare, buono anche lo stato calcio ossa) eseguita visita reumatologica che riporta: Amnesi reumatologica negativa per fenomeno di raynaud, xeroftalmia, xerostomia, aftosi, fotosensibilita, alopecia, TVP. . Torace:esente da rumori patologici. . i dati disponibili sono suggestivi ma non conclusivi per una diagnosi di AR. Richiedo accertamenti a completamento. Al momento si avvia terapia per tre mesi con paquenil 400, deltacortene 5 mg, xarenel 7 gocce al di e ibuprofene al bisogno. La mia domanda è che cosa mi aspetta? Puo' il filler aver scatenato in me una reazione di una "patologia latente" di cui non avevo mai avuto spie? La situazione è grave essendo positiva al fattore reumatoide? E' da 11 gg che eseguo la terapia, e' diminuito un po il dolore ma il gonfiore persiste, il reumatologo ha detto subito che ci vogliono almeno un paio di mesi per i benefici, che il paquenil agisce per accumulo. . A maggio mi rivedrà e con altri esami alla mano si vedrà come proseguire. . Mi piacerebbe un parere, perché non dormò la notte. . Grazie infinite, saluti

Risposta del 21 febbraio 2021

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA CRISTINA MANDOLESI


Se dovesse essere confermata la diagnosi di AR - ipotesi non certa al momento- abbiamo comunque oggi ottimi farmaci che mandano in remissione la malattia, mentre un tempo AR portava a disabilità per gravi deformità che oggi ormai si vedono solo nelle foto dei libri di Medicina!

Dott. Ssa maria cristina mandolesi
Medico Ospedaliero
Specialista in Reumatologia
Livorno (LI)

Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa