Danni cerebrali da emicrania

09 luglio 2009
News

Danni cerebrali da emicrania


Episodi di emicrania con aura, durante l'età adulta, possono indurre nelle donne lo sviluppo di lesioni a livello del cervelletto in tarda età. Secondo un recente studio condotto presso l'Università di Bethesda, il mal di testa accompagnato da aura, comunemente caratterizzata da tutta una serie di disturbi come distorsione nella vista, debolezza, formicolio, difficoltà nel linguaggio, nausea e vertigini,oltre a causare una notevole riduzione della qualità della vita dei pazienti, a lungo termine avrebbe conseguenze negative proprio nelle donne, più comunemente colpite dal disturbo rispetto agli uomini. In particolare, in circa 4600 pazienti (57% donne) colpiti da attacchi di emicrania, una o più volte al mese, è stata valutata, per un periodo di 30 anni, non solo l'evoluzione della sintomatologia, ma anche la presenza di danni in specifiche regioni del cervello. Accurate indagini di risonanza magnetica hanno permesso di stabilire una più elevata incidenza di lesioni a carico di alcuni parti del cervelletto in donne con storia clinica di emicrania rispetto a donne sane (23% contro il 15%). Risultati preliminari, da prendere sicuramente con cautela, ma che pongono l'accento sui rischi a cui una considerevole percentuale della popolazione adulta potrebbe essere esposta a causa di un disturbo che risulta ancora piuttosto sottovalutato. (L.A.)

Ivanhoe Newswire




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube