Depressione: tale padre, tale figlio

26 dicembre 2017
Aggiornamenti e focus, Speciale Depressione

Depressione: tale padre, tale figlio



Non è sempre e solo "colpa" della mamma. Uno studio recentemente pubblicato su The Lancet psychiatry spiega che la depressione negli adolescenti è influenzata anche dalla presenza di depressione nel papà. «La depressione comincia a diventare più comune tra i ragazzi attorno ai 13 anni e circa il 75 per cento degli adulti depressi sostiene di avere sofferto di sintomi depressivi in adolescenza» esordisce Gemma Lewis dello University college London e prima autrice della ricerca che poi aggiunge: «Mentre il legame tra depressione materna e quella dei figli è noto, abbiamo pochi dati sull'impatto della depressione del padre sulla salute mentale dei figli».

Padri depressi

Per colmare questa lacuna, Lewis e colleghi hanno studiato due ampi gruppi di famiglie in Irlanda e Regno Unito, per un totale di oltre 13.800 famiglie coinvolte, valutando la presenza di depressione sia nei genitori sia nei figli. «In particolare la depressione di mamme e papà è stata valutata grazie a un questionario specifico quando i figli avevano 7-9 anni, mentre nei bambini le valutazioni sono state effettuate all'età di 13-14 anni» precisano gli autori. Le analisi, che hanno tenuto conto di diversi potenziali fattori capaci di influenzare il risultato finale, hanno dimostrato che maggiore era il punteggio ottenuto dai padri nei questionari (indice di maggiore depressione), più alto era anche il punteggio ottenuto dai figli. «I risultati sono importanti perché dimostrano che questo aspetto della depressione non è legato al genere e anche i sintomi depressivi dei padri possono influenzare la futura depressione dei figli. Ciò dovrebbe far capire a tutti i papà quanto sia importante parlare con il proprio medico se tali sintomi si presentano» conclude Lewis

Fonte:
The Lancet Psychiatry, 2017. Doi: 10.1016/S2215-0366(17)30408-X

Tags:


In evidenza:

Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Alzheimer e Parkinson: le infezioni sono un fattore scatenante?
Mente e cervello
28 settembre 2022
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer e Parkinson: le infezioni sono un fattore scatenante?
Bellardita, psicologa: tieni a mente la gratitudine
Mente e cervello
26 settembre 2022
Notizie e aggiornamenti
Bellardita, psicologa: tieni a mente la gratitudine
Vitamina B6, un aiuto contro l’ansia?
Mente e cervello
23 settembre 2022
Notizie e aggiornamenti
Vitamina B6, un aiuto contro l’ansia?
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa