Cibi d’estate: quelli da preferire e quelli da evitare

12 luglio 2018

News

Cibi d’estate: quelli da preferire e quelli da evitare



Quando il termometro si impenna è importante modificare la propria dieta per ridurre l'apporto calorico. Così, al posto di piatti pesanti e ricchi di grassi, bisogna dare la preferenza a cibi freschi e leggeri che, oltre a fornire meno calorie, aiutano l'organismo a sopportare meglio le temperature elevate. La parte del leone spetta agli alimenti crudi, freschi e dissetanti, capaci di assicurare preziosi liquidi anti-afa, e con i quali si possono preparare gustosi piatti da consumare freddi. Largo poi al consumo d'acqua: con il caldo il nostro corpo ne richiede di più, non per niente la raccomandazione dei medici è di berne almeno due litri al giorno.

Gli alimenti sì...


Frutta e verdura
Da consumare ogni giorno (approfittando del fatto che l'estate è il periodo più adatto per non farsi mancare le cinque porzioni giornaliere consigliate dai nutrizionisti) e in ogni forma (le verdure meglio crude, magari condite con un'emulsione a base di olio extravergine d'oliva, succo di limone, sale e pepe, oppure centrifugate; la frutta al naturale, frullata, o anche sotto forma di macedonia fresca). Tutte sono l'ideale per rimpiazzare acqua, vitamine e sali minerali (sodio e potassio innanzitutto) che se ne vanno con il sudore.

Pasta e riso
In quantità moderata, saziano senza appesantire. Inoltre sono ottime fonti di carboidrati complessi e quindi di energia a lunga durata. D'estate e meglio abbinarli a condimenti leggeri come pomodoro fresco e olio extravergine d'oliva crudo. Oppure, lasciati raffreddare e miscelati con verdure, consentono di preparare fantasiose insalate di pasta e riso.

Pesce
Per il suo alto contenuto di acidi grassi polinsaturi (che possono ridurre i livelli di colesterolo nel sangue), l'alta digeribilità e il minor apporto calorico, e un alimento perfetto per la dieta estiva. Consigliata la cottura al forno, al cartoccio o alla griglia, semplice e digeribile.

Uova e formaggi
Purché freschi, possono sostituire la classica bistecca o il piatto di affettati.

Sushi e gazpacho
Sia il tipico piatto giapponese di pesce crudo sia la classica zuppa fredda spagnola a base di verdure crude sono corretti dal punto di vista nutrizionale e si integrano perfettamente nella dieta estiva.

Peperoncino
È, per definizione, un valido alleato anticaldo, perché provoca vasodilatazione e una lieve sudorazione che abbassa la temperatura corporea e aiuta a percepire di meno il caldo.

Gelato
Meglio se artigianale, rappresenta un vero e proprio alimento alleato dell'estate, perché sazia e allo stesso tempo aiuta ad alleviare l'arsura. Dal punto di vista nutrizionale, quelli alla frutta sono da preferire alle creme perché più ricchi d'acqua e con meno calorie.


...e quelli no


Ridurre i cibi più riscaldanti, cioè che portano maggiormente alla produzione di calore corporeo durante la digestione, come quelli a maggior contenuto di proteine (carni, formaggi, insaccati). Inoltre:

  • Evitare gli alimenti che richiedono una digestione lunga e laboriosa, come fritture, salse, piatti grassi ed elaborati.
  • No alle bevande troppo dolci e gassate, ad alto contenuto calorico, e a quelle ghiacciate, che possono essere causa di congestioni.
  • Limitare alcolici e superalcolici, in quanto non solo aumentano la sensazione di calore e quindi la sudorazione, ma forniscono anche calorie in eccesso senza apporto nutritivo e rallentano i già difficili processi digestivi, causando torpore e sonnolenza.

Claudio Buono



Vedi anche:


Potrebbe interessarti
Melanzane, ortaggio benefico ma attenzione ai condimenti
Alimentazione
15 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Melanzane, ortaggio benefico ma attenzione ai condimenti
L’oliva e i grassi buoni che fanno bene al cuore
Alimentazione
08 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
L’oliva e i grassi buoni che fanno bene al cuore
In forma con i peperoni
Alimentazione
01 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
In forma con i peperoni
L'esperto risponde