Salmone grigliato con lime e mango

23 gennaio 2017
Ricette Pesce

Salmone grigliato con lime e mango


Salmone grigliato con lime e mango

Una ricetta semplice e gustosa, che agli Omega 3 di cui è ricco il salmone, unisce le virtù di un frutto esotico particolarmente pregiato, qui declinato in un accostamento salato che può riservare piacevoli sorprese di gusto, oltre a precise virtù sul piano nutrizionale.

Ingredienti per 4 persone


  • 4 tranci di salmone fresco, senza pelle
  • 2 cucchiai di paprika piccante
  • 1 cucchiai di paprika dolce
  • 1 lime
  • 2 mango
  • Sale e pepe

Come devi fare


  1. Pulisci il salmone, avendo cura di eliminare dai tranci eventuali lische.
  2. Mescola i due tipi di paprika con un poco di sale e pepe. Poi passa il pesce nella miscela di spezie fino a coprire integralmente ogni fetta.
  3. Pela e taglia a dadini il mango e tieni da parte.
  4. Rendi rovente una padella antiaderente che contenga tutto il pesce, versalo e griglialo a fiamma abbastanza alta, rigirandolo spesso affinché non bruci.
  5. Aggiungi in padella i dadini di mango, irrora col succo di lime, aggiusta di sale se necessario, cuoci ancora per pochi minuti e servi caldissimo.

I must del mango

Un frutto esotico antigrasso
Il mango può aiutare mantenere la linea
. Oltre all'elevato potere saziante, alcune recenti ricerche hanno dimostrato come questo frutto esotico sia in grado di limitare la formazione di nuove cellule adipose. Il tutto grazie a combinazioni complesse di sostanze fitochimiche di cui è composto.
Composto per l'80 per cento di acqua, il mango presenta un'elevata concentrazione di vitamina A e parecchi sali minerali tra cui calcio, sodio, potassio, rame e zinco.

Fa bene alla pelle e... alla vista
Ricco di betacarotene (contiene circa 25 tipi diversi di carotenoidi) che gli conferisce il caratteristico colore giallo acceso, e di polifenoli, il mango è un frutto altamente antiossidante la cui azione si riflette soprattutto sull'epidermide, in quanto i benefici effetti agiscono sul collagene, aiutando la pelle a restare tesa e ben idratata, oltre a proteggere l'intero organismo dal cosiddetto stress ossidativo. Una ricerca ha dimostrato che il mix di betacarotene e vitamina A del mango rende il consumo di questo frutto adatto per la prevenzione di problemi alla vista, in particolare riguardanti la retina.

È diuretico e lassativo
La presenza di sali minerali quali magnesio e potassio, l'elevata percentuale di acqua e di preziose fibre, fanno sì che il mango abbia spiccate proprietà diuretiche e antistipsi (una proprietà che ha soprattutto il frutto tropicale essiccato).

Cosa dice la nutrizionista*:

«Non particolarmente calorico (53 calorie per 100 grammi) il mango contiene però molti zuccheri e quindi il suo consumo è sconsigliato a chi ha la glicemia alta o soffre di diabete. Grazie al contenuto di oligominerali, questo frutto tropicale ha spiccate proprietà diuretiche, ideali per contrastare la tendenza alla ritenzione idrica».

* Prof.ssa Evelina Flachi, specialista in Scienza dell'alimentazione-Nutrizionista.
Collabora con La Prova del cuoco, Raiuno, ed è presidente della Fondazione italiana per l'educazione alimentare

Il mango in cucina

  • Come tutti i frutti tropicali è importante sapere come il mango arriva sulle nostre tavole. È da preferire la frutta che compie viaggi brevi e poco travagliati prima di giungere sulle nostre tavole.
  • È di facile conservazione. Se non è troppo maturo, il mango si conserva agevolmente anche fuori dal frigorifero, avvolto in un sacchetto di carta, al riparo dalla luce.
  • Anche se nella buccia sono contenute molte proprietà, se non se ne conosce l'esatta provenienza è opportuno consumare il frutto sbucciato.
  • Il suo sapore dolce e aspro insieme lo rende particolarmente adatto a essere consumato con spezie quali la paprika, come nella ricetta della salute di questa settimana.




Le ricette della salute:

Alimenti: consigli e proprietà

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube