Implantologia

26 agosto 2019

Implantologia




02 maggio 2018

Implantologia

Buona sera, mi hanno inserito numerosi impianti dentali che non sono stati assolutamente posizionati al centro dell'arcata ossea, ossia: da 13 a 16 tutti verso la guancia, da 24 a 26 tutti verso l'interno della bocca, da 44 a 46 tutti verso l'interno della bocca. La protesica fissa costruita con viti e cannule normali (ossia per impianti posizionati sulla cresta dell'osso) è tutta storta perchè segue l'inclinazione degli impianti. Ho sentito parlare delle viti angolate che consentono di raddrizzare la protesica. Secondo voi è una soluzione valida? Nelle condizioni in cui verso ora ossia con una protesica assolutamente scorretta, non posso più andare avanti perchè mi morsico la lingua (a sx) in continuazione, la guancia a dx e le arcate sono completamente disallineate e storte. Vi chiedo un parere sulle viti angolate. grazie

Risposta del 26 agosto 2019

Risposta a cura di:
Dott. PIERGIORGIO MENEGAZZO


Le viti angolate sono il gold standard per le riabilitazione protesiche implantosupportate. Permettono di posizionare i denti nella posizione corretta e allo stesso tempo gli impianti dove c’è più osso, così da non ricorrere in rigenerazioni ossee e sfruttare angolazioni fini a 30-45 gradi di correzione tra impianto e dente.
Il progetto chirurgico e protesico dovrebbe essere però previsto a monte in maniera molto precisa. Senza lasciare nulla al caso. Un tentativo di riposizionare in cresta indenti delle arcate in maniera ragionate Le permetterebbe di non avere più ingombri protesici in zone della bocca che non li accettano: guance, labbra, lingua.

Piergiorgio Menegazzo
Odontoiatra
Specialista in Odontoiatria
Venezia (VE)

Ultime risposte di Bocca e denti

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube