Cannoli di pollo e ricotta al profumo di limone

20 aprile 2016

Carne

Cannoli di pollo e ricotta al profumo di limone



Cannoli di pollo e ricotta al profumo di limone


Costituiscono un modo insolito di servire una carne bianca un po' banale, come i petti di pollo, uniti alla morbida leggerezza della ricotta. Ma è sul limone che vogliamo puntare la nostra lente questa settimana. Per vedere quante e quali proprietà vanta l'agrume che più si adatta agli usi di cucina.

12 cose da sapere sul limone:

1. Il limone è un agrume molto apprezzato per la sua versatilità e ha notevoli proprietà nutrizionali e curative. Già dall'antichità veniva considerato una panacea per tutti i mali. E ancora oggi è noto per contrastare infezioni della gola, cattiva digestione, problemi ai denti, febbre, problemi della pelle, reumatismi, ustioni e disturbi respiratori.

2. Noto come antinausea, forse non tutti sanno però che limone può aiutare a controllare anche la pressione alta, le vertigini e la nausea. Riduce anche lo stress mentale e la depressione e ha un comprovato effetto calmante. Infine, il limone rinforza le difese immunitarie, in quanto è in grado di aumentare la produzione di globuli bianchi.

3. A livello metabolico, il limone è utile per digerire i grassi e alcuni studi dimostrano la sua efficacia a contrastare l'insorgere di calcoli alla cistifellea.

4. Protegge dalle infiammazioni del cavo orale e dell'apparato digestivo.

5. Ricco di oli essenziali, tra cui il limonene, il principale, contenuto soprattutto nella scorza, l'albero del limone dà i frutti tre volte l'anno: a ottobre, a marzo e tra giugno e luglio.

6. Gli oli essenziali del limone hanno proprietà antibiotiche e disinfettanti. Applicati sulla pelle, sono cicatrizzanti e utili per combattere i reumatismi.

7. L'agrume è ricco di acido citrico, che è essenziale per il ricambio di energia delle cellule. E poi contiene una grande quantità di vitamina C che, come è noto, ha un elevato potere antiossidante. Le vitamine contenute nel limone non si fermano qui: sono presenti infatti anche quelle del gruppo B, la vitamina P e un'alta quantità di flavonoidi che hanno la capacità di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e contrastare le malattie degenerative come l'arteriosclerosi.

8. A questa azione contribuiscono anche il potassio e i citrati di sodio del limone, che aiutano a rendere più fluido il sangue nelle arterie.

9. È provato che un consumo costante di limone riduce i livelli di omocisteina, che la medicina mette in relazione con l'insorgere degli infarti.

10. Il limone contiene oligoelementi capaci di sciogliere i cristalli di acido urico.

11. Ha forti proprietà antibatteriche ed è efficace nel contrastare molte malattie infettive.

12. Scoperto in India, Cina e Indocina, dove veniva utilizzato per le proprietà antisettiche e antireumatiche, sembra che gli antichi egiziani lo utilizzassero addirittura per imbalsamare le mummie. Spesso era utilizzato come antidoto contro i veleni e per allontanare le negatività. Furono gli Arabi a portarlo in Sicilia.



INGREDIENTI

8 fettine di petto di pollo sottili (devono essere di forma ovale o rettangolare e abbastanza omogenee per grandezza e spessore)
2 tuorli d'uovo
250 gr di ricotta fresca
4 cucchiai di parmigiano
1 limone non trattato
8 pomodorini ciliegini
2 cucchiai di farina
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
Una tazza di brodo di pollo o vegetale
Sale e pepe

PREPARAZIONE

1. Preleva 2 o 3 cucchiai abbondanti di ricotta e tieni da parte. Versa la restante ricotta in una ciotola con i tuorli d'uovo, il parmigiano, tenendone da parte 1 cucchiaio, un pizzico di sale, una spolverata di pepe e la buccia del limone grattugiata. Mescola bene il tutto fino a ottenere una cremina liscia.

2. Prendi una fettina di pollo e spalmaci sopra un cucchiaio di cremina, aiutandoti con la lama di un coltello, poi arrotola la carne, fino a formare una specie di cannolo. Prosegui così fino a esaurimento delle fettine e della crema di ricotta.

3. Passa ora ogni involtino nella farina poi scuoti per eliminare l'eccesso.

4. Prendi un'ampia padella, ungila con l'olio, riscaldala bene e disponici gli involtini. Facendo molta attenzione a non romperli, rigira gli involtini affinché diventino uniformemente dorati.

5. Solo quando sono croccanti, versa nel tegame, lateralmente, un poco di brodo. Copri e abbassa la fiamma, lasciando cuocere gli involtini per circa 15 minuti.



6. Nel frattempo lava e asciuga i pomodorini ciliegini, poi tagliali a metà. Quando gli involtini saranno cotti, estraili dal tegame per impiattare: a lato di ciascun involtino metti un poco di ricotta fresca (come se fuoriuscisse dal cannolo; puoi anche utilizzare una tasca da pasticciere per fare questa operazione) e sopra appoggia mezzo pomodorino, a simulare un candito.

7. Servi come fossero cannoli siciliani dolci, alla ricotta e canditi. Cospargi col parmigiano grattugiato tenuto da parte, come fosse zucchero a velo. A piacere, puoi anche cospargere gli involtini-cannolo con granella di pistacchi.

«Il limone è un buon stimolatore gastroepatico e un noto protettore pancreatico, quindi se utilizzato regolarmente è un potente spazzino per le scorie dell'organismo. Ipocalorico, in quanto 100 g di limone apportano circa 45 calorie, il succo di un limone copre il fabbisogno giornaliero di acido ascorbico o vitamina C. Utilizzarlo per condire le insalate è un'ottima abitudine anche per chi è a dieta».

* Prof.ssa Evelina Flachi, specialista in Scienza dell'alimentazione-Nutrizionista.
Collabora con La Prova del cuoco, Raiuno, ed è presidente della Fondazione italiana per l'educazione alimentare

In cucina fai così


- Del limone, in cucina, non si butta via niente. Dal succo alla buccia si può utilizzare tutto, sia in preparazioni dolci sia salate.

- Per essere ok, il limone deve avere buccia soda, sottile, liscia, senza macchie e di colore brillante. La sua freschezza si deduce dal colore verde della rosetta a cui è attaccato il picciolo.

- In cucina è meglio utilizzare limoni maturi, perché sono più ricchi di aroma.

- Specie quando si utilizza la buccia per le preparazioni culinarie è di rigore scegliere limoni non trattati in superficie in quanto, per poter impedirne la muffa, si tende a utilizzare una sostanza che si chiama difenile che non nocivo per l'uomo ma altera il sapore del frutto.

- In cucina il limone è prezioso anche per la sua azione sbiancante e dunque aiuta a preservare il colore brillante di frutta e verdura, impedendo che anneriscano.

- Quando si utilizza la buccia grattugiata o a pezzetti è importante eliminare la parte bianca perché rende amare le preparazioni.

- I limoni si conservano in frigorifero, nella cassetta delle verdure.

- Il succo del limone ha la proprietà di "cuocere" le carni. Questo non vuol dire che renda più sicuro il consumo di carne o pesce crudo, ma ne ammorbidisce le fibre, rendendole più digeribili.

A cura di Gloria Brolatti
giornalista e food blogger
www.emoticibo.com


Vedi anche:


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO



Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Mele, un concentrato di sostanze benefiche per l'organismo
Alimentazione
22 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Mele, un concentrato di sostanze benefiche per l'organismo
Melanzane, ortaggio benefico ma attenzione ai condimenti
Alimentazione
15 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Melanzane, ortaggio benefico ma attenzione ai condimenti
L’oliva e i grassi buoni che fanno bene al cuore
Alimentazione
08 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
L’oliva e i grassi buoni che fanno bene al cuore
L'esperto risponde