Grazie dr. sportelli

17 maggio 2008

Grazie dr. sportelli




13 maggio 2008

Grazie dr. sportelli

La ringrazio tanto per la cortese risposta, egregio dr. Sportelli. Lei riguardo l'uso del sapone antibatterico fra le molte cose mi ha anche detto che a lungo andare qualsiasi prodotto puo' sensibilizzare la cute, ma. . . . sempre a proposito del sapone antibatterico io ho letto che: "i saponi antibatterici non sono più efficaci del sapone normale per uccidere i batteri anzi sono anche sotto esame per la possibilità che inducano antibiotico resistenza" oltre al fatto che può indurre antibiotico resistenza o anche letto che: può danneggiare irremidiabilmente la pelle - e cosa molto più preoccupante, ho letto che nei saponi antibatterici ci sono delle sostanze neurotossiche altamente nocive. Questi lati "negativi" dei saponi antibatterici corrispondono al vero o sono solo delle fandonie? Le chiedo scusa per l'ulteriore disturbo, gentilissimo Dr. Sportelli e la ringrazio ancora. Cordilaità

Risposta del 17 maggio 2008

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI SPORTELLI


Che gli antibatterici non siano efficaci o utili nessuno puo' permettersi di dirlo. Una volta si curava il tifo con la triade "letto-lana-latte", quando non c'erano gli antibatterici. Ma si moriva di tifo. Oggi non piu'. Quello che vale per l'intestino e' valido anche per la cute. Per la comune igiene basterebbe l'acqua, anche perche' il sapone puo' alterare l'equilibrio della flora batterica. Pero' il sapone previene le malattie infettive, e non solo cutanee. Allora, lo dobbiamo usare o no? Certo che lo dobbiamo usare. Siamo pronti a pagare con qualche eczema in piu' o qualche infezione micotica, pur di evitare le malattie infettive maggiori. Se passiamo ai saponi disinfettanti, vediamo che sono piu' efficaci del sapone normale (questo e' innegabile!), ma scopriamo anche i "lati negativi", cioe' alterano ancora di piu' la flora batterica, favoriscono di piu' gli eczemi e le Micosi. Allora, li dobbiamo usare? Certo che li dobbiamo usare, ma solo quando sono necessari. Quando il solo sapone non basta, quando si e' di fronte a dermatiti infettive di rilievo o croniche o recidivanti, quando insomma ci sono problemi importanti. A quel punto accetteremo i "lati negativi" e la nostra sara' una scelta consapevole. Vale sempre la regola: tutto cio' che non e' necessario fa male. Quanto alle sostanze "altamente nocive", queste, se sono riconosciute tali, vengono eliminate dal commercio. Che poi ci sia tutta una massa di strilloni che gridano in continuazione al pericolo, questo ormai non ci fa piu' effetto, perche' ci siamo abituati. Anche nel basilico sembra che abbiano trovato sostanze cancerogene, ma io non ho nessuna intenzione di rinunciarvi!

Saluti
giosp@giosp. It
http://www. Giosp. It

Dott. Giovanni Sportelli
Specialista attività privata
Specialista in Dermatologia e venereologia
GROTTAGLIE (TA)

Ultime risposte di Pelle

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Psoriasi, combattiamola anche a tavola
26 ottobre 2020
Notizie e aggiornamenti
Psoriasi, combattiamola anche a tavola
Orticaria, come riconoscerla
31 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Orticaria, come riconoscerla
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa