Mirtilli: le bacche superfood

14 luglio 2018
Aggiornamenti e focus

Mirtilli: le bacche superfood


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

Sono il frutto più antiossidante, aiutano la circolazione del sangue e il metabolismo degli zuccheri. E hanno tutte le proprietà degli altri frutti di bosco o frutti rossi, con qualche marcia in più. Meglio però non mangiarli col latte!

Ritardano l’invecchiamento


Li chiamano superfood e mai definizione è più azzeccata quando si parla di mirtilli. Ricchissimi di fitonutrienti, tra cui gli antociani di cui è rivelatore il colore viola-blu scuro, un consumo costante di mirtilli freschi può proteggere realmente il nostro organismo dai danni dei radicali liberi, che provocano invecchiamento precoce e, in particolare, da malattie degenerative quali il morbo di Alzheimer. Gli esperti però suggeriscono di usare un avvertimento: non abbinare i mirtilli con il latte: le proteine animali potrebbero infatti inibire le proprietà antiossidanti dei fenoli.

Antiossidanti per eccellenza


Sono molti gli studi scientifici a livello internazionale che hanno per oggetto le proprietà nutrizionali dei mirtilli. Tra i più significativi vi sono proprio quelli che dimostrano come gli antiossidanti contenuti in questi frutti siano in grado di neutralizzare alcuni radicali liberi che danneggiano il nostro DNA. In particolare, al termine di una ricerca condotta per 4 settimane su 168 partecipanti che consumavano ogni giorno succo di mirtillo e di mela, il danno ossidativo appariva ridotto del 20 per cento.

Toccasana per… i vasi

I mirtilli aiutano la circolazione del sangue, rinforzando le pareti dei vasi e di conseguenza il cuore. Diversi studi dimostrano che il consumo regolare e costante aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari, anche perché questi preziosi frutti superfood contribuiscono a tenere bassi i livelli di colesterolo, specie quello "cattivo", e i trigliceridi nel sangue. Infine, un regolare consumo di mirtilli, freschi e possibilmente da coltivazione bio, in succo puro o addirittura sotto forma di integratore ad alte concentrazioni di principi attivi del mirtillo, è consigliato a chi soffre di problemi venosi, gambe e caviglie gonfie, varici, emorroidi e altre patologie vascolari che si acutizzano soprattutto nella stagione più calda.

Abbassa la glicemia e aiuta a metabolizzare gli zuccheri

Tra i componenti che sottolineano l'unicità di questa bacca, vi è la mirtillina: una sostanza che ha il prego di abbassare il livello degli zuccheri nel sangue, rendendo così questo frutto prezioso anche per chi soffre di glicemia alta o diabete. Inoltre, i mirtilli contengono cromo, un minerale importantissimo per la metabolizzazione degli zuccheri. L'azione dei due componenti è sinergica e particolarmente indicata anche per chi sta seguendo un regime ipocalorico. Tra l'altro, i mirtilli hanno pochissime calorie: 25 per 100 grammi.


A cura di:
Gloria Brolatti - Emoticibo

Tags:

Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Test rapido per la celiachia
Alimentazione
14 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Test rapido per la celiachia
Gambe in forma: i consigli di Rachele Aspesi, farmacista
Alimentazione
14 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Gambe in forma: i consigli di Rachele Aspesi, farmacista
Insetti come alimenti, approvata la vendita del verme della farina
Alimentazione
05 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Insetti come alimenti, approvata la vendita del verme della farina