Una App per calcolare quanto sole si prende

20 luglio 2018

News

Una App per calcolare quanto sole si prende


Estate è sinonimo di sole. Ma quanto se ne prende? Proteggersi dall'eccessiva esposizione al sole è fondamentale per la salute della pelle. I raggi solari sono responsabili di sintetizzare velocemente la vitamina D, essenziale per la formazione delle ossa, e per i più piccini di un corretto sviluppo, sono però un agente pericoloso se in eccesso sulla pelle.
Con alcuni accorgimenti è possibile stare all'aria aperta, a contatto con la natura, per dei momenti di relax e ricarica di buon umore, proteggendosi dai pericoli del sole. Mezzi fisici, quali cappellino e vestiti leggeri o chimici come le creme con protezione solare sono alleati indispensabili, ma anche la tecnologia può aiutarci a capire quando è il momento di stare all'ombra e ridurre l'esposizione ai raggi solari.
L'irraggiamento solare dipende da diversi fattori: la posizione geografica, l'ora del giorno, la superficie su cui ci si trova. È ormai noto che è bene evitare le ore centrali del giorno, dalle 11.00 alle 16.00, in particolare per i bambini e gli anziani, ma per esempio rimane sempre il dubbio quando il cielo è velato.
Per capire a quanta radiazione solare si è esposti ci viene in soccorso lo smartphone attraverso alcune App.

Una app per conoscere l’irraggiamento


L'ultima in uscita è UVDetector, gratuita e diponibile per tutti gli smartphone. Una applicazione destinata a tutti coloro che, oltre alle informazioni meteo, desiderano tenere monitorato anche l'indice dei raggi UV, ultravioletti responsabili delle scottature solari e del fotoinvecchiamento. Infatti rileva l'indice di radiazione dell'ambiente che ci circonda, fornendo, al tempo stesso, informazioni indispensabili su come proteggere pelle ed occhi dal sole.
Tramite la geolocalizzazione del proprio smartphone, nella sezione "proteziometro" la App calcola l'indice UV della località richiesta. Una volta effettuato il calcolo, oltre ai dati meteo, temperatura, vento e stato dell'ozono, calcola l'indice UV della località in quel preciso momento e fornisce la previsione delle successive 48 ore.
Più il colore dell'icona tende al rosso, maggiore è l'esposizione alle radiazioni solari e ai rischi associati. Ecco allora che è necessario impostare la giusta fotoprotezione. La app offre la possibilità di creare degli alert, qualora l'indice dovesse superare la soglia UV giornaliera.


A cura di:
Chiara Romeo


Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube