Estate: come proteggere naso e orecchie da otiti e rinosinusiti

24 luglio 2020
News

Estate: come proteggere naso e orecchie da otiti e rinosinusiti


Otiti e rinosinusiti possono trasformarsi d'estate in un incubo. I bagni in mare e in piscina, i tuffi, le apnee in acqua, le immersioni, l'umidità residua (il ristagno di acqua) che ci accompagna per tante ore della giornata, l'igiene personale frequente con detergenti aggressivi rischiano di trasformarsi da beneficio per la nostra salute a cause scatenanti di mal di testa negli adulti e mal d'orecchio nei bambini e adolescenti tra i 3 e i 15 anni, nascondendo l'insorgere di otiti e rinosinusiti. Nel caso degli adulti, il manifestarsi di rinosinusiti è spesso collegato anche al ricorso all'aria condizionata e a variazioni repentine della temperatura alle quali siamo sottoposti negli ambienti che frequentiamo d'estate.


I sintomi delle otiti e delle rinosinusiti


Si tratta di due disturbi che insorgono in tutti i mesi dell'anno ma che nel periodo estivo vengono provocati da differenti stili di vita che adottiamo. La rinosinusite colpisce in età adulta (talvolta anche i bambini) e si manifesta con un dolore diffuso a livello della fronte che può estendersi al volto, ai denti, all'orecchio. Lo step successivo comporta congestione nasale con evidenti difficoltà di respirazione, produzione di muco, in alcuni casi una perdita (parziale o totale) di avvertire gli odori (iposmia) e riduzione del gusto (disgeusia). Fino ad arrivare alla febbre, soprattutto d'estate. Se trascurata perché pensiamo, sbagliando, che la vita di mare aiuti la guarigione, può trasformare una rinosinusite di origine virale in una forma acuta post-virale.

L'otite è invece più frequente nei bambini e nei ragazzi (più comune nell'età pediatrica). Può avere un'origine batterica o virale e comporta l'infiammazione della cassa timpanica fino ad arrivare a coinvolgere il timpano. Provoca forte dolore all'orecchio che si acutizza durante la masticazione, disturbi del sonno, apnee notturne, russamento, riduzione dell'udito (suoni ovattati), tappo nell'orecchio causato da catarro e pus, vertigini, febbre. Si manifesta facilmente d'estate quando i bambini passano tanto tempo in acqua.


Consigli per prevenire le otiti e le rinosinusiti estive


Anche durante l'estate, otiti e rinosinusiti portano con sé disturbi importanti che, se presi sotto gamba, possono provocare complicazioni. Per questo vanno arginate e curate tempestivamente. Il primo accorgimento è quello di usare l'aria condizionata con moderazione ed evitare bagni in acqua troppo lunghi. Ai primi sintomi, intervenire con trattamenti come docce nasali micronizzate (arrivano fino alle vie respiratorie superiori), aerosolterapia e lavaggi nasali da ripetere più volte nella giornata con specifiche soluzioni fisiologiche che possono interrompere il progredire dell'infiammazione, puliscono le cavità nasali, aiutano la ventilazione dell'orecchio (in caso di otite) e contribuiscono ad eliminare gli accumuli di muco. In casi persistenti possono essere prescritti farmaci antinfiammatori e antibiotici


Carla De Meo


Bibliografia

  • Azarpazhooh A, Lawrence HP, Shah PS. Xylitol for preventing acute otitis media in children up to 12 years of age. Cochrane Database Syst Rev. 2016:CD007095
  • Casselbrant ML, Mandel EM, Fall PA, Rockette HE, Kurs-Lasky M, Bluestone CD, Ferrell RE. The heritability of otitis media: a twin and triplet study. JAMA. 1999 Dec 8;282(22):2125-30
  • Stankiewicz JA, Newell DJ, Park AH. Complications of inflammatory diseases of the sinuses. Otolaryngol Clin North Am 1993; 26: 639-55.
  • Morris P. Antibiotics for persistent nasal discharge (rhinosinusitis) in children. Cochrane Database Syst Rev 2000;(3):CD001094




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube