Paracetamolo Mylan

22 gennaio 2021

Paracetamolo Mylan


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Paracetamolo Mylan (paracetamolo)


Paracetamolo Mylan è un farmaco a base di paracetamolo, appartenente al gruppo terapeutico Antipiretici, Analgesici FANS. E' commercializzato in Italia da Mylan Italia S.r.l.

Confezioni e formulazioni di Paracetamolo Mylan disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Paracetamolo Mylan disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Paracetamolo Mylan e perchè si usa


Paracetamolo Mylan è raccomandato per il trattamento del dolore da lieve a moderato e della febbre.
Paracetamolo Mylan è indicato negli adulti e negli adolescenti di età pari o superiore a 16 anni (o di peso superiore a 50 kg).

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Paracetamolo Mylan


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Paracetamolo Mylan può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Una grande quantità di dati sulle donne in gravidanza non indicano né tossicità malformativa, né fetale/neonatale. Studi epidemiologici sullo sviluppo neurologico nei bambini esposti al paracetamolo in utero mostrano risultati non conclusivi. Se clinicamente necessario, il paracetamolo può essere usato durante la gravidanza, tuttavia dovrebbe essere usato alla dose efficace più bassa per il più breve tempo possibile e con la più bassa frequenza possibile.

Allattamento

Il paracetamolo attraversa la barriera placentare ed è escreto nel latte materno.

A dosi terapeutiche, non sono previsti effetti sui neonati/bambini allattati al seno. Gli studi effettuati nell'uomo non hanno rivelato alcun rischio durante l'allattamento.

Di conseguenza, in normali condizioni di impiego, il paracetamolo può essere usato durante l'allattamento.

Fertilità

Non sono noti effetti sulla fertilità in condizioni normali di utilizzo di paracetamolo.

Quali sono gli effetti indesiderati di Paracetamolo Mylan



Le reazioni avverse riportate di seguito sono elencate in ordine decrescente di frequenza:

molto comune (≥1/10)

comune (≥1/100, 1/10)

non comune (≥1/1.000, 1/100)

raro (≥1/10.000, 1/1.000)

molto raro (<1/10.000)

non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Patologie del sistema emolinfopoietico

Molto raro: disturbi ematopoietici (trombocitopenia, leucopenia, casi isolati di agranulocitosi, pancitopenia)

Patologie del sistema nervoso:

Comune: lieve sonnolenza

Raro: vertigini, sonnolenza, nervosismo

Disturbi del sistema immunitario

Raro: sensazione di bruciore alla faringe

Molto raro: anafilassi, reazioni di ipersensibilità cutanea incluse eruzioni cutanee, angioedema e sindrome di Stevens Johnson

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche

Molto raro: broncospasmo in pazienti sensibili all'aspirina (asma da analgesici)

Patologie gastrointestinali

Comune: nausea, vomito

Raro: diarrea, dolori addominali (compresi crampi e bruciore), stitichezza

Patologie epatobiliari

Molto raro: disfunzione epatica

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Raro: eritema

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione

Molto raro: reazioni allergiche, gravi reazioni di ipersensibilità (edema di Quincke, sudorazione, nausea, riduzione della pressione sanguigna incluso shock)

Nonostante limitazioni metodologiche, i dati clinici/epidemiologici sembrano indicare che la somministrazione a lungo termine di analgesici può causare nefropatia, inclusa la necrosi papillare.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa