Pennette integrali fredde al profumo di menta con pomodorini caramellati

28 agosto 2015

Primi

Pennette integrali fredde al profumo di menta con pomodorini caramellati





Il pomodoro è un frutto della terra diffuso a quasi ogni latitudine e ovunque particolarmente apprezzato per le sue proprietà salutari. Povero di calorie, il pomodoro vanta con un buon contenuto di sali minerali e oligoelementi, è ricco di acqua ed è ricco di vitamine idrosolubili. Rimineralizzante e dissetante, questo ortaggio ha un alto potere nutrizionale, anche se è povero di grassi e proteine.
La sua caratteristica nutrizionale più significativa è che il consumo di pomodori insieme ad alimenti che contengono fecole e amidi quali pasta e riso aiuta a eliminare l'eccesso di proteine provocato da un'alimentazione che ne sia eccessivamente ricca. Ricco di acido malico, arabico e lattico, il consumo regolare di pomodoro può risolvere problemi gastrici legati a una digestione lenta. È importante anche l'azione disintossicante del pomodoro, dovuta alla presenza di zolfo.
Tra i sali minerali troviamo invece molto potassio - che aiuta a reintegrare l'equilibrio salino in estate compromesso dall'eccesiva sudorazione dell'organismo - e combatte ritenzione idrica, stanchezza, crampi muscolari e ipertensione.
Il fosforo, fondamentale insieme a grassi e proteine e calcio, per la salute delle ossa e dei denti. Infine, il pomodoro ha una discreta percentuale di calcio e di ferro, che aiuta a combattere l'anemia. Ricco di vitamine A, C e B, il pomodoro è considerato un alimento anticaldo ed è dimostrato che aiuta in caso di reumatismi e intossicazioni e ipertensione.
Poi c'è il licopene, un potente antiossidante e il componente forse più "popolare" del pomodoro, in quanto oggetto di numerosi e recenti studi di fama mondiale che ne ipotizzano proprietà antitumorali, riferite in particolare al tumore alla prostata (dati pubblicati sulla rivista Cancer Prevention Research).
Di certo, è provato che il licopene è altamente protettivo per il nostro organismo nei confronti delle malattie degenerative legate ai processi di invecchiamento ed è una manna per la prevenzione di ictus, infarto e osteoporosi.
Cotto o crudo, il regolare consumo di pomodori comporterebbe una diminuzione del rischio di incorrere in patologie cardiache pari al 29 per cento.
Infine, per l'elevato contenuto di fibra, il consumo di pomodori viene spesso consigliato a coloro che soffrono di stitichezza e intestino pigro.



INGREDIENTI

300 g di pennette integrali
40 pomodori circa, del tipo ciliegini, rossi e sodi
200 g di tonno in scatola ben scolato
5 alici sott'olio
3 cucchiaio di olive nere
80 g di scamorza non affumicata
Un ciuffo di mentuccia
Origano essiccato
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 cucchiaio di zucchero di canna
Sale e pepe o peperoncino, a piacere

PREPARAZIONE

1. Lava e asciuga i pomodorini, poi tagliali a metà e buttali in un'ampia padella con il fondo antiaderente, ben calda, cosparsi di origano, zucchero di canna e un filo di olio. Cuoci a fiamma alta, mescolando spesso perché non attacchino, ma facendoli appassire e rosolare bene. Sala solo quando spegni il fornello.

2. Nel frattempo, porta a bollore una pentola di acqua, quando bolle, sala e versa le penne. Fai cuocere per il tempo indicato nella confezione e quando sono cotte, scolale, condiscile con il restante olio e tieni da parte.



3. Sgocciola bene il tonno dal liquido di conservazione; fai altrettanto con le alici che taglierai a pezzettini minuscoli; snocciola le olive e taglia a dadini la scamorza.
Mescola il tutto in un'ampia ciotola, dove per ultimo - prima di mettere in tavola - aggiungerai anche i pomodorini caramellati, aggiusta di pepe o peperoncino, a seconda dei gusti.
Versa ora nella ciotola anche la pasta tiepida, lava e asciuga le foglioline di menta e, prima di aggiungerle all'insalata di pasta, stracciale con le mani per esaltarne il profumo. Servi tiepido o addirittura freddo.



«Dieta e pomodori, un connubio perfetto. E il merito pare che non sia solo del basso tenore calorico e dell'elevato senso di sazietà che questo ortaggio comporta. Da studi recenti sembra infatti che i pomodori contribuiscano a stimolare la produzione dell'amminoacido utilizzato dall'organismo umano per trasformare i lipidi in energia».

*Prof. ssa Evelina Flachi, specialista in Scienza dell'alimentazione-Nutrizionista
Collabora conLa Prova del cuoco, Raiuno, ed è Presidente della Fondazione Italiana per l'Educazione Alimentare

In Sudamerica, la coltivazione del pomodoro era nota già in età precolombiana, tuttavia queste piante venivano utilizzate solo come ornamento, perché il pomodoro era considerato una pianta velenosa. Da sempre circondato da leggende popolari, non è chiaro in quale luogo e in quale periodo sia diventato un frutto commestibile. Probabilmente è accaduto intorno al '500, quando il pomodoro ha cominciato a circolare anche in Europa.

A cura di Gloria Brolatti,
giornalista e food blogger
www.emoticibo.com


Vedi anche:


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO



Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Mele, un concentrato di sostanze benefiche per l'organismo
Alimentazione
22 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Mele, un concentrato di sostanze benefiche per l'organismo
Melanzane, ortaggio benefico ma attenzione ai condimenti
Alimentazione
15 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Melanzane, ortaggio benefico ma attenzione ai condimenti
L’oliva e i grassi buoni che fanno bene al cuore
Alimentazione
08 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
L’oliva e i grassi buoni che fanno bene al cuore
L'esperto risponde