Fantasia di frutta e verdura in crema di yogurt e curcuma

01 luglio 2016

Verdure

Fantasia di frutta e verdura in crema di yogurt e curcuma



Fantasia di frutta e verdura in crema di yogurt e curcuma


La curcuma in polvere che noi conosciamo è ricavata da una pianta e i rizomi freschi, che assomigliano allo zenzero, sono la parte della pianta che contiene i principi attivi: vengono fatti bollire per parecchie ore e fatti essiccare poi schiacciati fino ad ottenere una polvere del caratteristico giallo-arancione da non confondersi con lo zafferano, benché la curcuma nel mondo sia conosciuta anche col nome di Zafferano delle Indie.

Curcuma: manna disintossicante per il fegato

1. Dall'elevato potere disintossicante per l'intero organismo e il fegato in particolare, la curcuma è tradizionalmente impiegata nella medicina cinese e indiana. Oggi queste proprietà sono state ampiamente confermate anche dalla scienza e medicina ufficiali.
L'attenzione dei ricercatori si è concentrata soprattutto su una sostanza contenuta nella spezia, che si chiama curcumina.

2. Molte ricerche ipotizzano che la curcumina possa essere utile a contrastare l'insorgenza di alcuni tumori, come quello al colon, apparato della bocca, fegato, reni, polmoni, mammella e alcune forme di leucemia, specie infantile, da uno studio condotto dall'Università di Chicago.

3. La curcuma ha poi proprietà antiossidanti di tutto rispetto, capaci di rallentare l'invecchiamento e combattere i radicali liberi, nonché comprovate proprietà antinfiammatorie.

4. In India, il rizoma di curcuma viene utilizzato anche per cicatrizzare le ferite e calmare le punture d'insetto, grazie alle proprietà cicatrizzanti riconosciute.

5. Diversi studi condotti in tutto il mondo hanno poi evidenziato l'efficacia della curcuma nel combattere il sovrappeso, in quanto grazie ai principi attivi che contiene sembra agire laddove il grasso si forma. Ciò le ha assicurato la definizione di "alimento funzionale", che migliora, cioè, il funzionamento dell'intero organismo, aggiungendo all'azione bruciagrassi, effetti depurativi e antiaging.

6. La curcuma è diuretica e contrasta il gonfiore addominale. Grazie alle sostanze che contiene, infatti, evita la fermentazione che avviene nel primo tratto dell'intestino; contemporaneamente migliora sia la circolazione sanguigna sia quella linfatica, contribuendo a eliminare i liquidi in eccesso.

7. Tiene sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. Secondo una ricerca indiana pubblicata sul Journal of Physiology and Pharmacology, la curcumina contenuta nella curcuma sarebbe in grado di prevenire l'ossidazione dei grassi cattivi: ed è questo processo che li fa depositare nelle arterie.

8. Come tutte le spezie, la curcuma è ricca di sali minerali, quali fosforo, potassio, magnesio, zinco, selenio, manganese e rame.

INGREDIENTI
  • 1 carota
  • 1 finocchio
  • 40 g di parmigiano reggiano a scaglie
  • 2 pesche noce non troppo mature
  • 150 g di yogurt greco
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • Qualche goccia di limone
  • 1 cucchiaino di maionese
  • Mezzo cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
  • 2 cucchiai di olio
  • Mezzo cucchiaino di zucchero di canna grezzo
  • Sale e pepe nero

carote


PREPARAZIONE

1. Pela e taglia a nastro la carota (utilizzando il pelucchino delle patate). Pulisci e lava il finocchio e taglialo a listarelle finissime. Lava la pesca noce e tagliala a fette sottili. Unisci al tutto il parmigiano a scaglie.



2. A parte, versa lo yogurt in una ciotola, aggiungi la curcuma, la maionese, qualche goccia di limone e lo zenzero grattugiato.





3. Unisci il mix di frutta e verdura alla cremina di yogurt e aggiungi olio, sale, pepe e zucchero.

4. Mescola delicatamente e servi.

«Un cucchiaino di curcuma corrisponde a 2 sole calorie e un paio di cucchiaini da caffè al giorno sono la quantità consigliata per godere dei suoi benefici effetti. Decisamente ipocalorica, dunque, la curcuma agisce sui meccanismi che regolano il grasso, in quanto produce sostanze che contribuiscono a "svuotare" le cellule adipose. Infine ha un'azione benefica come antinfiammatorio del grasso accumulato, sulla glicemia e sul metabolismo in generale. Dal punto di vista alimentare, poi, è una delle molte spezie consigliate per insaporire i piatti in sostituzione del sale».

* Prof.ssa Evelina Flachi, specialista in Scienza dell'alimentazione-Nutrizionista.
Collabora con La Prova del cuoco, Raiuno, ed è presidente della Fondazione italiana per l'educazione alimentare

- Per conservare al meglio le numerose e preziose virtù della curcuma, è consigliabile aggiungerla a fine cottura o, come nel caso dell'insalatina proposta questa settimana, "a crudo".

- In genere si utilizza in polvere, ed è l'ingrediente che dà colore al curry, che come è noto è costituito da un insieme di spezie.

- Nell'industria alimentare, proprio grazie al suo colore che si mantiene inalterato nel tempo, la curcuma è impiegata spesso come colorante naturale, col codice E 100.

- In cucina è molto utilizzata nelle salse e, per facilitarne l'assorbimento è consigliabile associarla al pepe nero. Lo stesso processo avviene se associata ai grassi, come l'olio d'oliva e il burro.

- Quella più comune, in polvere, va conservata in un vaso di vetro ben sigillato, in un luogo fresco e asciutto, per mantenerne inalterate proprietà e aroma.

A cura di Gloria Brolatti,
Giornalista e food blogger
www.emoticibo.com


Vedi anche:


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO



Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Melanzane, ortaggio benefico ma attenzione ai condimenti
Alimentazione
15 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Melanzane, ortaggio benefico ma attenzione ai condimenti
L’oliva e i grassi buoni che fanno bene al cuore
Alimentazione
08 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
L’oliva e i grassi buoni che fanno bene al cuore
In forma con i peperoni
Alimentazione
01 settembre 2018
Notizie e aggiornamenti
In forma con i peperoni
L'esperto risponde