Antiossidanti: a cosa servono e dove si trovano

15 luglio 2020
News

Antiossidanti: a cosa servono e dove si trovano


Gli antiossidanti sono sostanze chimiche che contribuiscono a prevenire o a ridurre/rallentare il processo di ossidazione di altre sostanze e che determina conseguenze a carico di cellule e tessuti e danni a proteine, Dna, lipidi. Nella pratica, gli antiossidanti interferiscono con i fenomeni di ossidazione che producono i radicali liberi dell'ossigeno (prodotti di scarto) e bloccano le successive reazioni a catena. Questo avviene perché gli antiossidanti sono molecole facilmente ossidabili e quindi accontentano in prima battuta l'azione dei radicali liberi impedendo loro di aggredire le strutture cellulari. Svolgono insomma una sorta di funzione "trappola". Quando questa procedura virtuosa si inceppa, si parla di stress ossidativo che può facilitare l'insorgere di alcune patologie oncologiche, metaboliche, cardiovascolari e neurodegenerative come:

  • Parkinson

  • Alzheimer

  • Sclerosi laterale amiotrofica

  • Diabete

  • Obesità

  • Infarto

  • Ictus cerebrale

  • Arteriosclerosi

  • Forme tumorali

La ricerca scientifica ha acceso da alcuni anni i riflettori sulle potenzialità degli antiossidanti per il benessere generale dell'organismo. E anche se alcune funzioni benefiche non sono state del tutto confermate, è ormai opinione diffusa che accrescere la quantità di antiossidanti presenti nel nostro corpo - per limitare i danni prodotti dalla formazione dei radicali liberi - abbia comunque effetti positivi e aiuti a arginare alcuni disturbi. I radicali liberi si possono produrre anche in particolari situazione della nostra vita. Per esempio, in caso di febbre alta e prolungata, di terapie farmacologiche, di infezioni di origine virale o batterica, di esposizione all'inquinamento atmosferico o ai raggi ultravioletti. Ma anche nelle persone che praticano molto sport o che sono sottoposte a un carico di stress psicologico particolarmente elevato. Infine, possono incidere nella formazione di radicali liberi anche alcune abitudini scorrette con il fumo o l'eccesso di alcol.


Antiossidanti: dove si trovano


Gli antiossidanti sono già presenti nel nostro corpo (glutatione, ubichinone). Ma vengono assunti anche attraverso l'alimentazione e se, necessario, con una terapia di integratori specifici (solo però in presenza di malnutrizione o patologie particolari che non permettono il naturale apporto con l'alimentazione quotidiana). Gli antiossidanti che assumiamo dall'esterno appartengono a differenti famiglie: vitamina C, polifenoli, acido lipoico, carotenoidi, tocoferoli, oligoelementi.

Sulla base di questa differenziazione, gli antiossidanti sono presenti soprattutto nella frutta, nella verdura, nel pesce, nella carne rossa, nei legumi e nell'olio extravergine di oliva. Per non disperdere tutte le proprietà, sono sempre valide alcune regole: 5 porzioni di frutta fresca e verdura al giorno; cottura light (meglio la verdura cruda), conservazione breve. Ecco alcuni alimenti che ospitano i principali antiossidanti:


Carla De Meo


Bibliografia

  • Wolf G,The discovery of the antioxidant function of vitamin E: the contribution of Henry A. Mattill, inJ Nutr, vol.135, n.3, 2005, pp.363-6
  • Matill HA (1947). Antioxidants.Annu Rev Biochem16: 177-192
  • Nunomura A, Castellani R, Zhu X, Moreira P, Perry G, Smith M,Involvement of oxidative stress in Alzheimer disease, inJ Neuropathol Exp Neurol, vol.65, n.7, 2006, pp.631-41
  • Coulter I, Hardy M, Morton S, Hilton L, Tu W, Valentine D, Shekelle P,Antioxidants vitamin C and vitamin e for the prevention and treatment of cancer, inJournal of general internal medicine: official rivista of the Society for Research and Education in Primary Care Internal Medicine, vol.21, n.7, 2006, pp.735-44




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube